Come impostare il font predefinito in Word

Nelle opzioni di Word non è possibile impostare il font predefinito. Occorre seguire una semplice procedura per poterlo variare
Come impostare il font predefinito in Word

Se vi fosse venuto a noia il font predefinito usato da Word, ovvero Calibri (che a partire da Office 2007 ha preso il posto del precedente Times New Roman) c’è un modo semplice per impostare al suo posto un altro tipo di carattere.

Semplice, ma – come vedremo – non intuitivo: ci si aspetterebbe di poter effettuare la scelta nelle opzioni di Word, ma non è così. Ecco la procedura da seguire.

Aprite un documento di Word, selezionate una porzione di testo qualunque (basta una parola), aprite il menu contestuale con un clic del tasto destro del mouse e scegliete la voce Carattere (oppure, per fare prima, selezionate il testo e sfruttate la scorciatoia da tastiera Ctrl-D).

word

Si aprirà la finestra di dialogo Font: selezionate al suo interno il font che volete utilizzare al posto di Calibri, modificandone se opportuno la dimensione. A questo punto premete il pulsante Imposta come predefinito. La finestra successiva vi chiederà se volete impostare il carattere scelto solo per il documento corrente oppure per tutti i documenti basati sul modello Normal (cioè quello utilizzato quando si crea un documento vuoto).

Al termine, premete OK. La modifica varrà solo per i documenti creati in futuro: quelli già creati non saranno aggiornati al momento dell’eventuale riapertura.

Questa procedura è funzionale con Word 2013 e con Word 2016. È un programma che, secondo i dati di Microsoft, viene utilizzato da oltre un miliardo di utenti in tutto il mondo. Non è detto che tutti debbano utilizzare un font diverso, ma attraverso questa procedura è possibile dare un tocco di personalità ai propri documenti o, perlomeno, utilizzare il tipo di carattere con cui ci troviamo meglio nella scrittura.

Categorie
Come fare
Nessun commento

Rispondi

*

*

Iscriviti alla newsletter di Pc Professionale!


Riceverai solo contenuti editoriali scelti da PcProfessionale.it

CORRELATI