Come creare una chiavetta di ripristino per Mac. E perché.

Le funzioni di OS X permettono il ripristino del sistema operativo. Ma ci sono casi in cui una chiavetta avviabile è molto utile.
Come creare una chiavetta di ripristino per Mac. E perché.

In tempi di malware e ransomware è sempre meglio avere una linea di difesa in più per i propri dati. Abbiamo di recente presentato la pratica utility realizzata da Sardu per creare chiavette Usb di ripristino per diversi ambienti operativi. La soluzione però non comprende il mondo OS X. Come è possibile ovviare?

Prima facciamo contenti gli integralisti della piattaforma Mac con la risposta che apprezzano di più: “Perché su Mac non serve una chiavetta di ripristino”. Poi precisiamo che l’affermazione è esatta al 99%.
OS X include funzioni di autoripristino, in grado anche nella peggiore delle ipotesi, ovvero il disco compromesso, di collegarsi ai server di Apple, scaricare da zero il sistema operativo e reinstallarlo previa riformattazione.

ripristino os x

Per entrare nella modalità di ripristino è sufficiente riavviare il Mac tenendo premuto i tasti Command-R finché non appare l’interfaccia di OS X Recovery, che permette di verificare e riparare un disco con problemi software, recuperare i dati da Time Machine e persino ottenere assistenza online utilizzando Safari.

Se però volete creare una chiavetta Usb di recupero per effettuare reinstallazioni del sistema in modo più rapido rispetto al download da Internet, o se volete ripetere su più Mac l’installazione di OS X, allora vi suggeriamo di provare l’utility gratuita DiskMaker X. Poiché la procedura di creazione di una chiavetta “avviabile” richiede diversi passi, ricorrere a un automatismo è la via più veloce, e DiskMaker non fa altro che svolgere il ruolo di pilota automatico.

Si può scaricare gratuitamente dal sito del produttore; è in inglese e francese ma la procedura da seguire è semplice. Si possono creare chiavette Usb di avvio, così come dischi Firewire e Usb. Ricordiamo che occorrerà scaricare dal sito di Apple il sistema operativo: l’operazione è legale e semplice. DiskMaker X è compatibile con l’ultimo OS di Apple, El Capitan e sono disponibili le versioni precedenti per gli ultimi sistemi operativi.

Categorie
Come fare
Nessun commento

Rispondi

*

*

Iscriviti alla newsletter di Pc Professionale!


Riceverai solo contenuti editoriali scelti da PcProfessionale.it

CORRELATI