Sito web adattivo o responsivo?

Negli ultimi tempi, una delle maggiori sfide per i web designer è rappresentata dalla creazione di siti web che possano funzionare non solo con i computer ma anche e soprattutto...
Sito web adattivo o responsivo?

Negli ultimi tempi, una delle maggiori sfide per i web designer è rappresentata dalla creazione di siti web che possano funzionare non solo con i computer ma anche e soprattutto sui dispositivi mobili. Infatti se prima si navigava in rete principalmente dal fisso, ora sempre più utenti consultano le pagine online in mobilità. Il boom di smartphone e tablet ha cambiato il nostro modo di comunicare, informarci e…progettare siti web! A questo proposito, Scott Anderson, Chief Marketing Officer di Sitecore, ci aiuta a capire la differenza tra sito web adattivo e responsivo.

“Anche se il dispositivo mobile è senza dubbio il più utilizzato per la lettura di mail e l’accesso a Facebook, gli esperti del marketing devono tenere in considerazione tutti gli altri canali. I marketer hanno la possibilità di aumentare il loro impatto all’interno di un’azienda, fornendo esperienze che mappano l’attuale contesto del cliente – un approccio che noi chiamiamo context marketing. Per fornire un’esperienza contestuale e far parte delle attuali conversazioni digitali, i brand richiedono sia campagne multicanali sia tecnologie che le supportino. Inoltre hanno bisogno di capire quando adottare un approccio di web design responsivo, adattivo o ibrido.

Dato che il marketing multicanale è diventato convenzionale, la tecnica Responsive Web Design (RWD) si è evoluta nel settore come metodo progettuale per lo sviluppo dei siti web. Anche se si tratta della tecnica più utilizzata, non è comunque la migliore per progettare siti che saranno visualizzati su più canali. La tecnica RWD è facile: scorre il contenuto e permette alle pagine di adattarsi allo schermo di un dispositivo. Ci sono molte applicazioni che favoriscono il RWD, come ad esempio i siti basati sui form, i piccoli siti web o le campagne semplici su siti web di medie dimensioni, i micrositi con cicli di vita breve, i siti web senza requisiti mobile e i layout in grado di offrire un’esperienza desktop-to-tablet che visualizzano lo stesso contenuto.

Negli altri casi, il RWD può portare pesantezza al sito e compromettere la user experience mobile. Ad esempio, il codice HTML e i parametri di rendering per un display smartphone pesano solo pochi kilobit, ma il RWD scaricherà ancora i tre megabyte dei parametri di rendering e l’HTML necessario per visualizzare lo stesso contenuto su desktop. Dato che lo smartphone si scontra con i megabyte extra di contenuti e parametri, l’esperienza dell’utente peggiora. E dal punto di vista di un possessore di un sito web aziendale, la trasmissione di dati inutili significa costi di hosting superiori.

Un sito web adattivo separa il contenuto e la visualizzazione

Durante i propri processi d’acquisto, i consumatori interagiscono con aziende e brand in svariati modi, attraverso diversi canali.

I web design adattivi e ibridi offrono alternative al responsive web design che permettono ai professionisti del marketing di migliorare l’esperienza del cliente nei vari canali in quasi tutti i settori. Facciamo un esempio: un potenziale cliente assicurativo riceve una mail da una società che promuove un tasso molto basso per l’assicurazione dell’auto. Il cliente apre la mail tramite mobile e viene reindirizzato al sito web della compagnia di assicurazione dove gli viene proposto un preventivo. Più tardi durante la giornata, il cliente riceve un’altra mail dalla compagnia di assicurazioni che contiene un link ad un preventivo personalizzato creato sulle sue esigenze. Questo link porta al sito web della compagnia di assicurazione, in cui il cliente cambia alcuni parametri del preventivo e lo salva. Quella stessa sera, mentre lavora sul suo iPad, il potenziale cliente apre un’altra mail contenente la quotazione aggiornata e quindi completa il percorso con l’acquisto di una nuova polizza assicurativa. Il percorso del cliente nell’acquisto passa per quattro canali: mail, mobile, desktop e tablet, e su tre dispositivi – smartphone, computer desktop e iPad.

Il design adattivo e ibrido ha migliorato notevolmente l’esperienza del cliente mostrando i contenuti in modo rapido ed efficiente in un formato ideale per ogni dispositivo e supportando la conversazione senza problemi lungo tutto il percorso.

Gli approcci del design adattivo si basano su un principio architettonico chiave: separazione tra contenuto e visualizzazione. Questa struttura centrata sul server inizia con il rilevamento del dispositivo, ed è seguito da una delivery istantanea e una visualizzazione di contenuti appropriata al dispositivo.

I benefici del design adattivo.

Il design adattivo offre importanti benefici, tra cui:

  • gli sviluppatori possono utilizzare continuamente il più semplice livello di presentazione adeguato a un dispositivo specifico. Ciò garantisce prestazioni veloci, un’esperienza utente ottimizzata per il canale e la capacità di rilevare e rispondere a più dispositivi in modo indipendente
  • i web designer e gli esperti di marketing possono ripensare al contenuto e alla sua presentazione per i diversi dispositivi, e non solo adattare il contenuto in modo generico e unico per i diversi canali
  • il riconoscimento automatico del dispositivo garantisce che il contenuto sia sistemato correttamente, adattato alla navigazione del dispositivo stesso e alle informazioni del profilo dell’utente. Questo permette la targettizzazione dei messaggi tenendo conto di dati quali la posizione, il comportamento e gli acquisti precedenti
  • i proprietari di siti web ottengono costi di hosting più bassi

I brand hanno molto da guadagnare migliorando la loro capacità nel fornire esperienze di marketing che soddisfino le aspettative e i contesti del consumatore.

Il 75% dei clienti, infatti, dichiara che un’esperienza di marketing positiva aumenta la loro fedeltà a un brand.

Un design sia responsivo che adattivo, e, talvolta combinato insieme, può svolgere un ruolo fondamentale nella creazione di grandi esperienze per i clienti all’interno di un ambiente multicanale.”

Categorie
Notizie dalle aziende
Nessun commento

Rispondi

*

*

Seguici su Facebook

Iscriviti alla newsletter di Pc Professionale!


Riceverai solo contenuti editoriali scelti da PcProfessionale.it

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1 anno (12 mesi) a soli 37,00 €

L'informazione più attendibile, precisa e autorevole per appassionati e professionisti del Personal Computer.
PC Professionale è il mensile che si occupa delle tecnologie emergenti e dei progressi dell'informatica.
Il suo laboratorio interno, primo in Italia sia per dimensioni sia per numero di test effettuati, fornisce ogni mese prove e valutazioni di prodotti hardware e software indicandone caratteristiche, finalità e difetti.

La versione digitale è inclusa nell’abbonamento!