Aspire Switch 10E, il convertibile perfezionato

Il sistema 2 in 1 di Acer lima quasi tutti i difetti della prima versione. È piccolo, efficiente ed economico. I primi modelli di convertibili 2 in 1, limitati...
Aspire Switch 10E, il convertibile perfezionato

Il sistema 2 in 1 di Acer lima quasi tutti i difetti della prima versione. È piccolo, efficiente ed economico.

I primi modelli di convertibili 2 in 1, limitati nelle prestazioni e nelle funzionalità, hanno lasciato spazio alla seconda generazione basata su processori Intel più performanti e studiati per operare nativamente anche con il sistema operativo Windows 10, che si adatta meglio di ogni altro al loro duplice utilizzo.

Uno dei produttori più attivi nel segmento è Acer, che dopo la prima versione dei propri Aspire Switch, propone un aggiornamento adatto a soddisfare le esigenze della maggior parte degli utenti, con un prodotto dalle buone caratteristiche tecniche e dal prezzo accessibile. L’Aspire Switch 10E è una versione riveduta e corretta dello Switch 10 già in commercio, che va a colmare alcune delle lacune del modello passato. È disponibile in 6 colorazioni differenti, adatte a un pubblico molto vario e attento anche allo stile di quello che può essere utilizzato indifferentemente come tablet o notebook entry-level.

Acer-Switch-10E-1

La scocca esterna, costruita in materiale plastico con una trama in rilievo ben definita (che facilita la presa in modalità tablet e lo rende meno anonimo di altri modelli) è infatti disponibile in bianco, nero, rosso, azzurro, arancione e viola. Il nome lascia intuire da subito le dimensioni dello schermo, 10,1 pollici che, a dispetto della diagonale perfetta per l’utilizzo misto tablet/notebook risulta purtroppo limitato da una risoluzione di soli 1.280 x 800 pixel, ormai relegata su modelli da 7 pollici o inferiori.


In vendita su Amazon.it


La costruzione si basa sullo stesso paradigma del modello precedente, con uno schermo che racchiude tutti i componenti necessari per il funzionamento e una tastiera con aggancio rapido che offre la possibilità di utilizzo come notebook e aggiunge delle porte di comunicazione. Il sistema di aggancio, già valido sul modello precedente, risulta ancora migliorato. La cerniera posteriore è costituita da una guida a forma di U in grado di accogliere la parte tablet indifferentemente dai due lati, in modo da utilizzare il dispositivo come notebook o come tablet “chiuso”. La cerniera adotta un supporto inferiore in gomma che solleva leggermente il dispositivo quando utilizzato come notebook, facilitando l’utilizzo della porta Usb e l’ergonomia generale.

Questo articolo potrebbe piacerti:
IDC: vendite di tablet in calo nel 2016

La tastiera è nel complesso buona, con tasti dal buon feeling generale e utilizzabili anche per piccoli compiti di produttività. Il miglioramento rispetto ai modelli precedenti (e alla concorrenza) è evidente; rispetto a un modello standard manca solo il tasto Control destro e le frecce direzionali di dimensione intera. Anche il trackpad è grande e reattivo e difetta solo per la mancanza dei pulsanti separati, integrando il click destro e sinistro sotto la pressione di una parte del trackpad. La tastiera è inoltre dotata di contrappesi specifici che impediscono il ribaltamento del prodotto quando utilizzato come notebook, perlomeno con un inclinazione ragionevole dello schermo. Il peso nel suo complesso ne risente, ed è necessario convivere con qualche grammo in più nello zaino per avere la sicurezza di poter usare comodamente lo Switch 10E anche sulle ginocchia o su piani non perfettamente stabili.

Il sistema di aggancio è robusto e consente di posizionare lo schermo in entrambi i sensi.

Il sistema di aggancio è robusto e consente di posizionare lo schermo in entrambi i sensi.

Il componente tablet risulta esteticamente gradevole e ben strutturato, con le classiche porte di espansione micro Hdmi, uno slot micro Sd e una porta micro Usb (utilizzata anche per la ricarica della batteria interna). Sulla tastiera è inoltre presente una porta Usb 2.0 di dimensioni standard, molto comoda per un completo utilizzo del prodotto.

Sotto la scocca è presente il diffuso processore Intel Bay Trail Z3735F, un modello quad core da 1,33 GHz (con turbo a 1,83 GHz) e 2 Gbyte di memoria Ram Ddr3-L in single channel. Il sottosistema di storage utilizza una memoria eMmc da 32 Gbyte, che risulta appena sufficiente per un prodotto dotato del sistema operativo Windows più recente. Nella pratica, aggiornando da Windows 8.1 a Windows 10 lo spazio disponibile sul disco interno ammonta a poco meno di 7 Gbyte. Cancellando i file relativi al sistema precedente si può arrivare a circa 14 Gbyte liberi, che nel complesso sono comunque pochi. Per arrivare a un più ragionevole spazio libero di 25 Gbyte è necessario installare Windows 10 direttamente da un supporto Usb, rimuovendo però la partizione di ripristino di Acer, di dimensioni insolitamente elevate.

Questo articolo potrebbe piacerti:
Google: Nexus 7P sarà il nuovo tablet di Big G

A completare la dotazione hardware un modulo di rete con chip Realtek e con supporto agli standard Bluetooth 4.0 e Wi-Fi 802.11bgn, oltre che due fotocamere (da soli 2 Mpixel ciascuna) sul frontale e sul retro.
La batteria integrata aumenta da 22 a 30 Wh rispetto al modello precedente, con un conseguente aumento dell’autonomia complessiva che raggiunge, in operatività normale, le 8-10 ore.

Da notare che i compiti classici di un sistema di questo tipo non necessitano di un livello prestazionale troppo elevato, ma comunque il processore Intel utilizzato regala soddisfazioni non indifferenti. E’ tranquillamente fruibile qualunque filmato in alta definizione a 1080p anche in streaming, ci si può sbizzarrire con qualche gioco 3D di fascia bassa e gestire un uso multimediale in maniera adeguata, grazie anche agli ottimi altoparlanti frontali.

Le prestazioni registrate nei nostri test sono in linea con le aspettative. Il piccolo processore Intel, che ricordiamo ha un Tdp di soli 2,5 watt, permette un utilizzo senza alcun problema della maggior parte dei software da ufficio, riuscendo a gestire anche in maniera agevole dei semplici compiti di produttività personale e gestendo per bene la multimedialità semplice. In modalità tablet il prodotto è comodo, performante e reattivo, peccando solo per la bassa risoluzione dello schermo. Utilizzato come notebook mostra capacità superiori alla media, con una tastiera adeguata e una durata della batteria superiore al predecessore.

In attesa dei nuovi modelli 2 in 1 basati su Cherry Trail, il processore Intel della serie Atom da poco annunciato e dedicato proprio a dispositivi del genere, questo prodotto Acer si è dimostrato solido, elegante e dal prezzo decisamente accessibile.
Pasquale Bruno



Caratteristiche tecniche
Processore: Intel Z3735F quad core 1,33 GHz (1,83 GHz turbo) • Memoria installata / massima (Gbyte): 2 / 2 • Disco fisso / capacità (Gbyte): eMmc / 32 • Chip grafico: Intel HD Graphics • Chip di rete: Realtek RTL8723BS + Wi-Fi 802.11 bgn • Display (pollici / tecnologia / risoluzione): 10,1 / Ips / 1.280 x 800 • Webcam: 2 Mpixel frontale, 2 Mpixel posteriore • Porte: Usb 2.0 (sulla tastiera), micro Usb 2.0, micro Hdmi, slot micro Sd, jack cuffia. • Batteria (tecnologia / capacità): Ioni di litio / 8.060 mAh • Dimensioni (L x A x P, cm): 26,2 x 2,3 x 18 • Peso (kg): 1,1 (totale) • Sistema operativo: Windows 8.1 (32 bit) • Garanzia: 2 anni • Accessori: Tastiera, alimentatore Usb 2A.

Acer Aspire Switch 10E

Euro 289 Iva inclusa

Questo articolo potrebbe piacerti:
Google: Nexus 7P sarà il nuovo tablet di Big G

+ PRO
Solida cerniera del display
Rapporto prezzo/dotazione

– CONTRO
Schermo sotto la media

Produttore: Acer, www.acer.it

Categorie
LaboratorioNotebookSmartphone
-->

In PC Professionale dal 1999, appassionato delle ultime tecnologie (ma anche del retrocomputing di qualsiasi tipo), viaggi in moto e non, fotografia.
Nessun commento

Rispondi

*

*

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com