Jimdo: creare siti Web direttamente on-line

Jimdo è molto più di un servizio di hosting: grazie ai tool di editing integrati, permette di creare interi siti solo con un browser Web. Anteprima di Dario Orlandi...

Jimdo è molto più di un servizio di hosting: grazie ai tool di editing integrati, permette di creare interi siti solo con un browser Web.

Anteprima di Dario Orlandi

Articolo tratto da PC Professionale 252 di marzo 2012

Negli ultimi anni il processo di realizzazione dei siti Web ha imboccato due strade divergenti: da un lato gli editor e i sistemi di pubblicazione professionali sono diventati sempre più complessi, richiedendo una moltitudine di conoscenze tecniche e la padronanza di ambienti evoluti e integrati per la gestione dei contenuti. D’altro canto, invece, è emersa chiaramente l’esigenza di offrire anche a chi non ha particolari competenze tecniche la possibilità di realizzare un sito, personale o per la propria attività commerciale, offrendo strumenti di creazione e modifica visuali, simili a quelli degli editor di testo o dei programmi di impaginazione.

Jimdo lavora in modo simile ai prodotti delle due categorie appena citate, ma con un approccio originale: il servizio, infatti, è gestito completamente sul Web. L’interfaccia di editing delle pagine e della struttura del sito è quindi realizzata con la tecnica di sviluppo Ajax, tipica del cosiddetto Web 2.0, ma questo non deve farne sottovalutare le potenzialità. Anzi, le funzioni di editing e personalizzazione sono spesso sorprendenti proprio perché si agisce direttamente sulla pagina “viva”, utilizzando gli stessi software con cui si naviga ogni giorno. L’offerta di Jimdo è suddivisa in tre livelli: alla base si trova il pacchetto Free, che mostra alcune limitazioni significative ma permette di avere un assaggio del prodotto senza dover investire neppure un centesimo: lo spazio di memorizzazione è limitato a 500 Mbyte, non si ha accesso ad alcune funzioni avanzate (statistiche, new­sletter e così via), i template sono pochi e il sistema di e-commerce è privo di alcuni servizi importanti. Si tratta, insomma, di una piattaforma adatta a un sito personale, ma per creare una soluzione completa e professionale bisogna optare per le offerte Pro oppure Business. In entrambi i casi vengono rimossi i vincoli citati e i box pubblicitari, ma il piano Business permette di registrare due diversi domini, inoltre offre 20 account di posta elettronica e spazio illimitato sia per le pagine sia per la realizzazione di un negozio virtuale. Proprio il supporto del commercio elettronico è l’aspetto che differenzia Jimdo rispetto ad altre offerte simili.

Questo articolo potrebbe piacerti:
Wine 2.0: aumenta la compatibilità su Linux e Mac

Realizzare un sito di e-commerce con Jimdo è semplicissimo. Si possono gestire gli ordini, i pagamenti e anche i prodotti a magazzino direttamente dal browser.

Creare uno store on-line è semplicissimo e non richiede l’uso di software proprietari e interfacce macchinose. Si inserisce un articolo aggiungendo un elemento alla pagina e personalizzando quindi le opzioni: si possono gestire aspetti come la presenza di varianti (per esempio di colore o di taglia), arricchire la presentazione con elementi multimediali tra cui video e gallerie di foto, o creare un catalogo che mostri tutti gli oggetti in un’unica visione d’insieme, in maniera visuale e senza dover conoscere neppure un comando Html.

La scelta di realizzare un’offerta integrata, con strumenti di creazione e servizio di hosting, permette a Jimdo di garantire un’esperienza d’uso che lo rende veramente alla portata di tutti: non è necessario installare nessun software aggiuntivo, né effettuare l’up­load dei contenuti creati. Basta un accesso a Internet e un browser recente per modificare, aggiornare e controllare il sito Web, ovunque ci si trovi. Nonostante il notevole lavoro tecnico effettuato per offrire un sistema di editing on-line, capita di scontrarsi con qualche limite e rigidità: la libertà creativa è necessariamente limitata, ma la quantità e la varietà di template disponibili permette comunque di creare siti di ottimo impatto estetico e ricchi di funzioni avanzate, come il collegamento con i social network, le gallerie di immagini, i video integrati nelle pagine, o ancora blog con supporto ai commenti, siti multilingua e molto altro.

Questo articolo potrebbe piacerti:
Wine 2.0: aumenta la compatibilità su Linux e Mac

La scelta di sganciarsi dal consueto flusso di lavorazione in due fasi (creazione in locale e caricamento dei contenuti) semplifica l’approccio ma rende più complesso l’eventuale trasferimento del sito su un’altra piattaforma: si possono migrare i domini e copiare i file che costituiscono le pagine (Html e grafica) ma servono molti altri passaggi, non tutti banali, per ritornare a disporre di un sito funzionante.

Categorie
LaboratorioSoftware
Un commento
  • powerpadwebcms
    25 gennaio 2013 at 10:20
    Rispondi

    Buongiorno,
    vorrei segnalare anche Powerpad Web CMS, un nuovo software tutto italiano.
    http://www.powerpad.it

  • Rispondi

    *

    *

    Seguici su Facebook

    Iscriviti alla newsletter di Pc Professionale!


    Riceverai solo contenuti editoriali scelti da PcProfessionale.it

    Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    1 anno (12 mesi) a soli 37,00 €

    L'informazione più attendibile, precisa e autorevole per appassionati e professionisti del Personal Computer.
    PC Professionale è il mensile che si occupa delle tecnologie emergenti e dei progressi dell'informatica.
    Il suo laboratorio interno, primo in Italia sia per dimensioni sia per numero di test effettuati, fornisce ogni mese prove e valutazioni di prodotti hardware e software indicandone caratteristiche, finalità e difetti.

    La versione digitale è inclusa nell’abbonamento!