XLR8, il disco Ssd di Pny che strizza l’occhio ai giocatori

La linea di prodotti Pny dedicati al settore gaming si arricchisce di un disco allo stato solido che offre capacità e velocità a un prezzo concorrenziale.
XLR8, il disco Ssd di Pny che strizza l’occhio ai giocatori

Annunciato ufficialmente nel corso del gennaio 2016, il disco Ssd Pny CS2211 XLR8 costituisce uno dei prodotti sui quali l’azienda punta per espandere la propria presenza nel settore dei componenti dedicati ai video giocatori e agli utenti evoluti. Il suffisso XLR8 è, infatti, utilizzato da Pny per indicare i prodotti consumer più pregiati e con le prestazioni più elevate.

Il modello CS2211 XLR8 utilizza memorie Nand di tipo MLC (Multi Level Cell) prodotte da Toshiba con tecnologia a 15 nanometri. Questo modello Pny è disponibile in tre tagli di capacità: 240 Gbyte, 480 Gbyte e 960 Gbyte. Il taglio da 240 Gbyte utilizza otto chip Nand con una capacità pari a 32 GiB (Gibibyte) per chip, quello da 480 Gbyte utilizza 16 chip di memoria Nand con una capacità pari a 32 GiB per chip, mentre quello da 960 Gbyte è presumibile che impieghi chip da 64 GiB di capacità per chip; nel complesso una volta formattati i modelli offrono una capacità effettiva di memorizzazione pari a 223, 447 e 894 Gbyte.
A fianco dei chip di memoria Nand è presente il controller Phison PS3110-S10-X a otto canali con architettura quad core a 32 bit. Si tratta di un controller di classe Serial Ata di terza generazione (6 Gbps) che sui dischi con capacità di 240 Gbyte è affiancato da una memoria buffer Ddr3L da 256 Mbyte, mentre sui modelli da 480 Gbyte è affiancato da una memoria buffer semper di tipo Ddr3L da 512 Mbyte.

pny_aja_4gb_totale-copia

Nei test Aja System Test e Atto Disk Benchmark abbiamo rilevato prestazioni vicine a quanto dichiarato dal produttore. Il disco si comporta molto bene in normali condizioni di utilizzo, mentre cala di prestazioni durante trasferimenti che saturano la memoria buffer.

Come tutti i dischi Ssd più moderni, anche il CS2211 supporta le funzioni Ecc (Error Correction Code) quella per la cancellazione sicura dei dati e quella di Trim quando tale funzione è supportata anche dal sistema operativo.

Il disco è fornito, inoltre, con una licenza per il software Acronis True Image così da facilitare l’utente nella migrazione – attraverso la procedura di clonazione – dal vecchio al nuovo disco qualora non si intenda effettuare una installazione pulita del sistema operativo.

pny_atto_10-copiaL’unità CS2211 XLR8 da 240 Gbyte che abbiamo provato nel nostro laboratorio ha fatto segnare risultati molto buoni durante i test. Le prestazioni sono elevate in ogni condizione di utilizzo e la velocità effettiva del disco si avvicina di molto a quella dichiarata dal produttore sia in fase di lettura sia in fase di scrittura dei dati. Le prestazioni in lettura sono elevate in ogni condizione di utilizzo, mentre per quanto riguarda la scrittura abbiamo provato l’unità con trasferimenti di file di piccole e grandi dimensioni: nel primo caso il disco è molto veloce, mentre con i file di grandi dimensioni le prestazioni tendono a calare a causa della saturazione del buffer di memoria, ma nel complesso la velocità di scrittura si mantiene su valori buoni.

Per quanto riguarda i valori di consumo, il CS2211 XLR8 assorbe 3,3 watt in condizioni di pieno carico e solo 0,2 watt in condizioni di idle. Sul fronte dell’affidabilità e della durata, Pny dichiara un MTF (Mean Time before Failure, tempo medio prima di un guasto) pari a 2.000.000 di ore, mentre non dichiara in modo specifico la durata in termini di quantità di dati scritti all’interno delle celle di memoria. Tutti i modelli CS2211 XLR8 sono coperti inoltre da una garanzia di quattro anni.

Il prezzo al dettaglio applicato da Pny permette alle tre diverse unità di posizionarsi in modo aggressivo sul mercato e con un ottimo rapporto tra prestazioni e prezzo.

Il modello da 240 Gbyte ha, infatti, un costo di circa 109 euro, mentre per i modelli da 480 e 960 Gbyte il prezzo consigliato da Pny sale a 209 euro e 409 euro. Se per il modello da 240 euro il prezzo effettivo di acquisto ricalca quello consigliato, per gli altri due modelli abbiamo rilevato prezzi online più bassi di qualche decina di euro. Se quindi siete alla ricerca di un disco Ssd Sata, il modello CS2211 XLR8 da 480 Gbyte è quello che consigliamo in quanto fornisce capacità di archiviazione sufficiente non solo per audio, fotografie e filmati, ma anche per qualche videogioco (questi occupano oggi diverse decine di Gbyte per ogni installazione). Se invece non avete bisogno di tanto spazio, il modello da 240 Gbyte è senza dubbio una valida scelta per un aggiornamento del desktop o del notebook.

Categorie
Laboratorio

Giornalista con background in Ingegneria Aerospaziale. Appassionato di tecnologia, fotografia e viaggi nelle terre fredde.
Nessun commento

Rispondi

*

*

Seguici su Facebook

Iscriviti alla newsletter di Pc Professionale!


Riceverai solo contenuti editoriali scelti da PcProfessionale.it

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com