Problemi in vista per Amazon. Il tanto atteso Black Friday, che si terrà in data venerdì 24 novembre, vede come di consueto folli spese con sconti vantaggiosi qualche settimana prima dello shopping natalizio.

Stando a quanto affermato dal giornale britannico The Sun sembra che ci sia stato un errore informatico che potrebbe compromettere ai rivenditori di ricevere le quote di pagamento effettuate dai clienti. E’ logico che un inconveniente di tale portata metterebbe in crisi tutto il sistema perché senza fondi diventa complicato portare in negozio il materiale.

Amazon ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito alla vicenda: “Stiamo lavorando per risolvere rapidamente questa questione ma se i rivenditori decideranno di lasciarci, come ultima risorsa potremmo iniziare a spedire articoli dai magazzini degli Stati Uniti ai magazzini britannici.”

In attesa che la situazione si chiarisca, si spera entro il 24 novembre, riflettiamo su come un errore dettato da una macchina possa compromettere l’attività reale di rivenditori indipendenti.

CONDIVIDI

Classe 1994. Laureata con lode in Linguaggi dei Media, da sempre appassionata di giornalismo, decide di coltivare questo interesse allargando il proprio background con una specialistica in Politiche Europee ed Internazionali. Dopo svariati stage nel mondo dell’editoria, della comunicazione e delle istituzioni con entusiasmo abbraccia una nuova sfida che porta il nome dell’alta tecnologia.