A distanza di 10 anni dalla presentazione del primo iPhone, Apple festeggia con un tris di nuovi smartphone. Nella giornata del 12 settembre sono stati presentati iPhone X (che si legge ten, dieci, e non ics), iPhone 8 e 8 Plus.
Se questi ultimi due rappresentano un’evoluzione dei precedenti modelli di settima generazione, iPhone X può essere considerato come un prodotto totalmente nuovo e per certi versi rivoluzionario, che introduce parecchie funzioni d’avanguardia.

iphone family
iPhone X, 8 Plus e 8 a confronto. Evidenti le dimensioni inferiori del primo nonostante il display più grande rispetto all’8 Plus.

Iniziamo proprio da iPhone X. Il design è completamente differente rispetto al passato e per la prima volta troviamo un display borderless, con lo schermo che occupa tutta la parte frontale del telefono e segue la curvatura del telaio. In realtà  una cornice c’è ancora, ma si tratta di pochi millimetri. Il display è da 5,8 pollici ma le dimensioni sono inferiori rispetto a quelle di un iPhone 7 Plus con schermo da 5,5″.

Nuova anche la tecnologia Oled per il pannello, che guadagna anche la risoluzione Super Retina da 2.436 x 1.125 pixel. La costruzione del telaio segna un ritorno a quello, apprezzato, dell’iPhone 4: vetro sia davanti sia dietro, con in mezzo una cornice di alluminio. L’iPhone X è certificato IP67 e resiste a polvere e liquidi.

iphone x

Dal frontale è scomparso il tasto Home e il relativo sensore di impronte digitali. Una scelta decisamente audace. Il telefono si sblocca ora tramite il riconoscimento facciale Face Id. La fotocamera frontale, in congiunzione con alcuni sensori a infrarossi, è in grado di effettuare una scansione del volto con riconoscimento della profondità . Tale tecnologia funziona anche in presenza di occhiali, indumenti come cappelli o sciarpe, o se si fa crescere la barba.
Secondo Apple è un sistema assolutamente sicuro, non ingannabile da una fotografia. L’unico modo per comprometterlo è se si ha un gemello assolutamente identico a sé.
Per tornare alla home screen si scorre con un dito verso l’alto, per attivare l’assistente vocale Siri si preme il pulsante laterale o più semplicemente si pronuncia la frase “Hey Siri”. Fotocamera e sensori sono posizionati su una piccola striscia in alto.

All’interno dell’iPhone X c’è un processore totalmente nuovo. Denominato A11 Bionic, è costruito da TSMC con processo produttivo a 10 nanometri ed è composto da una Cpu a 6 core e da una Gpu a 12 core. La frequenza di clock massima della Cpu è di 2,5 GHz. Più precisamente, la Cpu è composta da due core ad alte prestazioni (Monsoon) e altri quattro a risparmio energetico (Mistral).
La Ram ammonta a 3 Gbyte e secondo Apple la potenza a disposizione è fino al 70% superiore rispetto al precedente A10.

iphone x

La fotocamera (anzi, la doppia fotocamera) ha due sensori da 12 Mpixel, con obiettivo primario F/1.8 e secondario F/2.4, con stabilizzatore ottico. La prima ha un obiettivo grandangolare, la seconda permette uno zoom ottico. Nuovo anche il flash con quattro led dedicati. Questa dual camera permette anche di creare filmati a risoluzione 4K a 60 frame al secondo oppure Full Hd a 240 fps, aprendo la strada a effetti di slow motion di livello superiore.

Tra le altre tecnologie segnaliamo Bluetooth versione 5.0, rete Wi-Fi 802.11ac e il classico connettore Lightning per dati e ricarica. Troviamo però la tecnologia di ricarica wireless, compatibile anche con prodotti di terze parti (sono stati citati Belkin, Mophie, Incipio). È prevista (l’anno prossimo) una base di ricarica ampia che permette di ricaricare contemporaneamente iPhone X, iPhone 8 e il nuovo Apple Watch serie 3.

iPhone X è evidentemente un prodotto di fascia altissima, decisamente più sofisticato dei “normali” iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Sarà  disponibile nei colori argento e grigio siderale; in Italia sarà  possibile preordinarlo dal 27 ottobre con disponibilità  effettiva per il 3 novembre. I prezzi partono da 1.189 euro per la versione da 64 GB, mentre quella da 256 GB costerà  1.359 euro.

iPhone 8 e 8 Plus

Gli iPhone di ottava generazione rappresentano un’evoluzione, abbastanza sostanziosa, dei precedenti iPhone 7 e 7 Plus, tanto che è stata saltata del tutto la generazione intermedia “s” (che avrebbe dovuto comprendere iPhone 7s e 7s Plus). Hanno molti elementi in comune con il più sofisticato iPhone X, a cominciare dal processore A11 Bionic.
Gli schermi hanno la tradizionale tecnologia Ips (qui niente Oled, dunque) con dimensione di 4,7″ per l’iPhone 8 e 5,5″ per l’iPhone 8 Plus. La risoluzione è la classica Retina Hd, rispettivamente di 1334 x 750 pixel e 1920 x 1080 pixel. In più troviamo però la tecnologia True Tone.

iphone 8

Il design non è cambiato molto rispetto alla settima generazione; il telaio è certificato IP67 e resiste a polvere e liquidi. Non manca la tecnologia di ricarica wireless.

La fotocamera dell’iPhone 8 ha un singolo sensore da 12 Mpixel con obiettivo F/1.8; quella dell’iPhone 8 Plus è invece più simile a quella dell’iPhone X. Troviamo infatti un doppio sensore da 12+12 Mpixel con obiettivo grandangolare F/1.8 e zoom F/2.4. Entrambi i telefoni guadagnano la stabilizzazione ottica, il quad flash a led e la possibilità  di registrare video 4K a 60 frame al secondo. Full Hd a 240 fps.
La fotocamera frontale Facetime ha un sensore da 7 Mpixel e obiettivo F/2.2.

iphone 8

I due nuovi iPhone saranno disponibili in Italia dal 22 settembre, con preordini dal 15 settembre. iPhone 8 costa 839 euro con 64 GB e 1.009 euro il modello con 256 GB.

iPhone 8 Plus costa invece 949 euro (64 GB) oppure 1.119 euro (256 GB). Per tutti, i colori disponibili sono oro, argento e grigio siderale.

 

 

 

CONDIVIDI

In PC Professionale dal 1999, appassionato delle ultime tecnologie (ma anche del retrocomputing di qualsiasi tipo), viaggi in moto e non, fotografia.