Facebook e Microsoft insieme per MAREA

Facebook e Microsoft hanno annunciato (a questo link il comunicato pubblicato sul blog ufficiale di Microsoft) una collaborazione che porterà  alla realizzazione di una nuova dorsale transoceanica per creare un nuovo canale di comunicazione dati tra gli Stati Uniti e l’Europa. La dorsale si chiamerà  MAREA e stando a quanto dichiarato i lavori di posa dovrebbero cominciare il prossimo agosto di quest’anno, mentre la tratta completa dovrebbe diventare operativa entro il mese di ottobre 2017; grazie alla capacità  di trasferire fino a 160 Tbps, MAREA diventerà  il collegamento transoceanico sottomarino con la più alta capacità  di trasferimento dati. Facebook e Microsoft hanno deciso di adottare tecnologie in grado di operare con diversi tipi di apparati dedicate alle comunicazioni di rete; l’utilizzo di un progetto “aperto” e non di tipo “proprietario” permetterà , secondo i due committenti, di ottenere vantaggi significativi in termini di costi operativi, costi di manutenzione e di aggiornamento anche a velocità  superiori grazie allo sviluppo delle tecnologie dedicate alle trasmissioni ottiche.

L’utilizzo della dorsale MAREA non sarà  a solo appannaggio di Facebook e Microsoft, in quanto il nuovo collegamento sarà  gestito da Telxius – divisione della compagnia di telecomunicazioni Telefonica – che avrà  diritto di vendere quote di trasmissione ad altre società  terze fuori dal perimetro in cui operano di Facebook e Microsoft. Nel frattempo Facebook e Microsoft potranno sfruttare MAREA per accelerare in modo rapido lo sviluppo di servizi cloud avanzati. Christian Belady – General Manager, Datacenter Strategy, Planning & Development di Microsoft – ha dichiarato che “mentre il mondo si muove velocemente verso un futuro basato sul cloud computing, Microsoft continua a investire nella propria infrastruttura cloud per soddisfare la domando odierna e futura per gli otre 200 servizi cloud offerti, tra i quali figurano Bing, Office 365, Skype, Xbox Live e la piattaforma Microsoft Azure“. Naia Ahmad Vice President della divisione Network Engineering di Facebook – ha dichiarato che “Facebook intende permettere alle persone di collegarsi e di condividere esperienze in ogni parte del mondo e in qualunque momento“; ancora, “Siamo sempre alla ricerca di nuove tecnologie e soluzioni che permettano di offrire la migliore connettività  possibile. Creare una connessione agnostica in collaborazione con Microsoft e Telxius, ci permette di scegliere l’hardware e il software più adatti ai nostri servizi e ad accelerare l’innovazione. Vogliamo portare avanti altri progetti di questo tipo anche con nuove collaborazioni. Pensiamo che in futuro le dorsali sottomarine saranno tutte realizzate con questo approccio“. Rafael Arranz – Chief Operating Officer di Telxius Cable – ha dichiarato che “lavorare con Facebook e Microsoft in questo progetto rafforzerà  la posizione di Telxius a livello globale come compagnia e permetterà  all’azienda di attrarre opportunità  di mercato in Europa e sulle rotte emergenti verso il nord Africa”.

La nuova dorsale MAREA avrà  origine negli Stati Uniti sulla costa della Virginia e, dopo aver percorso circa 6.600 chilometri, approderà  a Bilbao in Spagna, seguendo un percorso molto diverso dalla maggior parte delle dorsali transatlantiche attualmente in funzione. Il percorso “standard” utilizzato sino ad oggi ha, infatti, origine a New York City nell’area del New Jersey anche se la maggior parte dei grandi data center sono localizzati proprio in Virginia. La nuova tratta si snoderà  più a sud di quelle odierne e ciò dovrebbe garantire una maggiore resilienza e affidabilità  della futura connessione dati.

A questi link trovate le mappe delle dorsali sottomarine destinate al collegamento dati: http://www.itu.int/itu-d/tnd-map-public/ e http://www.submarinecablemap.com

PCProfessionale © riproduzione riservata.