Nulla è più rilevante dell’interazione da parte degli utenti: questa regola aurea è valida tanto per applicazioni quanto per servizi e, ora, anche Google ha deciso di accelerare introducendo una nuova feature a disposizione di chi crea video all’interno di YouTube, “End Screen“, una funzione che spinge ad incrementare l’interazione con la piattaforma.

Attraverso questa novità , la piattaforma di Big G propone – alla fine del video – le miniature di altri video realizzati dallo stesso creatore dei contenuti multimediali: in questo modo, gli utenti potrebbero essere spinti a guardare altri filmati, o ancora, iscriversi al canale o compiere altre azioni che siano comunque correlate alla fruizione del video stesso.

YouTube ha testato questa funzione per un certo periodo, avendo selezionato a questo scopo un certo numero di realizzatori di contenuti multimediali, decidendo ora di rendere la stessa disponibile per chiunque si preoccupi di caricare contenuti all’interno della stessa piattaforma video di Big G, superando una volta per tutte il vecchio tool – disponibile su desktop – “Annotations“.

Nonotante il lancio di “Cards” – arrivato lo scorso anno – Google ha quindi deciso di puntare oltre con End Screen, considerando come queste miniature si possano utilizzare durante il playback dei video, con una maggior dinamicità  nell’interazione: gli stessi End Screen saranno infatti inseriti a partire dagli ultimi 5-20 secondi conclusivi dello stesso filmato, proponendo fino a 4 “suggerimenti”.

Maggiori informazioni su questa nuova feature di YouTube si possono trovare su questa pagina.

CONDIVIDI