Il Comune di Milano inaugura le Isole Digitali

Milano ripensa la mobilità dei cittadini in funzione di una maggior vivibilità della città e di una semplicità di accesso ai tanti servizi utili che la tecnologia rende disponibili....
Il Comune di Milano inaugura le Isole Digitali

isole digitaliMilano ripensa la mobilità dei cittadini in funzione di una maggior vivibilità della città e di una semplicità di accesso ai tanti servizi utili che la tecnologia rende disponibili. Nasce così, in vista di EXPO 2015, il progetto Isole Digitali, sviluppato  dall’amministrazione Comunale in collaborazione con Expo Milano 2015 e una serie di importanti partner tra i quali A2A, Bee Green Mobility Sharing, Ducati Energia, Linear Assicurazioni Microsoft e Telecom italia.

Le isole digitali sono spazi allestiti nelle zone strategiche della città dove cittadini e turisti hanno a disposizione 22 totem interattivi, forniti da Telecom Italia, 15 dei quali già operativi, a cui collegarsi, anche utilizzando il proprio tablet o smartphone, per usufruire di servizi dedicati a migliorare la mobilità cittadina. Il Comune conta di arrivare ad avere 29 isole digitali attive, tutte fornite della medesima dotazione tecnologica.

La partnership con Telecom Italia e TIM ha reso possibile dotare questi totem di una piattaforma di digital signage (autenticazione e firma digitale) che permette di erogare e gestire contenuti informativi multimediali in tutte le aree previste dal progetto, grazie alle infrastrutture cloud della Nuvola Italiana. Telecom Italia ha abilitato anche alcuni dei totem alle funzioni di POS NFC, aprendo così le porte allo sviluppo di servizi evoluti  quali la prenotazione e l’acquisto di biglietti per musei e teatri e per Expo 2015 (la cui vendita partirà a marzo 2014) dallo smartphone. Per ora i totem abilitati all’ NFC  sono 7 tra cui quello di via Hoepli inaugurato ieri a Milano.

In tutto sono già operative nella città 15 Isole digitali al 14 ottobre (Università Bocconi, Porta Vittoria, V Giornate, Porta Venezia, Hoepli, Cusani, Sant’Agostino, Pagano, Cadorna, Amendola Fiera, Bisceglie, XXV Aprile, Centrale FS, Gioia M2, Loreto Argentina) dove i cittadini possono sperimentare i seguenti servizi: la connessione in WiFi alla rete wireless outdoor, gratuita nelle aree coperte dal servizio (www.openwifimilano.it); la richiesta di certificati della Pubblica Amministrazione; la ricarica elettrica di apparati come computer e cellulari e la ricarica di veicoli elettrici sia per i privati cittadini, sia per il servizioEQ Sharing del Comune. Quest’ultimo è il primo servizio di car sharing elettrico che il Comune di Milano mette a disposizione con il noleggio di una flotta di quadricicli molto leggeri e piccoli (forniti da Ducati Energia in collaborazione con Bee Green Mobility Sharing www.eqsharing.it) che potranno essere prelevati e restituiti proprio presso le Isole Digitali della città.

[nggallery id=2101]

Grazie alla collaborazione con A2A, la multiutility del settore energetico, sono state allestite 6/8 postazioni per la ricarica dei quadricicli elettrici in sharing e 2/4 postazioni per la ricarica dei mezzi elettrici privati. A2A ha anche curato l’installazione di telecamere per in controllo e il monitoraggio del territorio, dei sistemi di illuminazione intelligenti, della rete WiFi e delle postazioni per la ricarica elettrica di computer e smartphone dei cittadini.

In tutto con il progetto Isole Digitali saranno oltre 300 i punti di ricarica , tra pubblici e privati, per i veicoli elettrici realizzati a Milano, che contribuiranno a far raggiungere così alla città gli obiettivi europei in materia di trasporto sostenibile e riduzione delle emissioni di CO2.

Per quanto riguarda gli aspetti tecnologici, Microsoft ha fornito la tecnologia di Internet Explorer per la navigazione Internet e l’applicazione alla base dei Totem realizzata su un’app nativa di Windows Phone  Mobile. Inoltre collegandosi ai totem abilitati all’Nfc si può anche scaricare la App del servizio di informazione turistica e di guida alla città dallo smartphone, disponibile per Android, Ios e Windows Phone. “Con la nostra tecnologia– spiega Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft italia– intendiamo contribuire all’evoluzione del tessuto urbano puntando a semplificare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini e a migliorare il loro rapporto con la città. In questo modo, non solo Milano potrà esser considerata una delle metropoli più digitalizzate d’Europa, ma ci auguriamo possa ispirare tante altre città italiane”.

Il progetto delle Isole Digitali è in fieri e la sua evoluzione sarà gestita insieme ai partner e ad Expo Milano 2015, l’appuntamento che porterà nella città milioni di persone  che potranno così usufruire di questi ed altri servizi.

Categorie
Smartphone
-->
Un commento
  • L’Italia e le smart cities: qualcosa si muove | Rivista Casabenessere
    28 gennaio 2016 at 14:18
    Rispondi

    […] che frequentano la zona. «Una dimostrazione di questa iniziativa è già presente nelle quindici isole digitali, postazioni esterne distribuite nella città e corredate da spazi wi-fi, noleggio di quadricicli […]

  • Rispondi

    *

    *

    Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com