Huawei Mate 20X 5G

Huawei presenta Huawei Mate 20X 5G

Huawei non si scoraggia nonostante il momento delicato e presenta la prima soluzione 5G insieme all’ecosistema proprietario.

Dopo alcuni primi segnali distensivi riguardo alla diatriba che interessa il colosso cinese Huawei e gli Stati Uniti, l’azienda rompe il silenzio e parla di quello che sarà il futuro prossimo, approfittando della presentazione del suo primo terminale 5G: Huawei Mate 20X 5G.

Huawei: le conseguenze del ban

Poche parole ma esaurienti. I vertici di Huawei hanno voluto rassicurare che non cambia assolutamente nulla dall’inizio della querelle; i dispositivi già acquistati continueranno a ricevere aggiornamenti di Android, così come quelli ancora sugli scaffali. A proposito di Android, per chi temesse la fine della collaborazione con Google, Huawei ha rassicurato che al contrario continuerà a lavorare insieme a Big G e che sì, un sistema operativo parallelo è in fase di progettazione, ma da ben 10 anni prima che i riflettori fossero puntati sull’azienda cinese dall’inizio della controversia.

Giusto una breve parentesi è stata aperta per parlare degli effetti del ban sulla percezione del brand, che in realtà è aumentata e che ha fatto sì che i social venissero costellati da messaggi di solidarietà degli acquirenti in favore di Huawei. La presentazione di Huawei Mate 20 X 5G è stata anche una presa di posizione e una dimostrazione di forza della compagnia, che ha voluto dimostrare come gli sforzi profusi nella ricerca per lo sviluppo del 5G siano maggiori rispetto ai competitor, tanto da creare un proprio ecosistema volto ad operare in tal senso. Ora l’azienda, utenti e partner dovranno comunque aspettare fino al 19 agosto per comprendere meglio gli effetti al termine della proroga fissata dal Dipartimento del Commercio Usa. Piccola nota anche per quanto riguarda il Foldable: potremo vederlo probabilmente verso settembre.

Huawei Mate 20X 5G: le caratteristiche tecniche

Discorso ban a parte, ancora una volta questa si dimostra una stagione che vede il ritorno dei phablet, cioè smartphone dalle generose dimensioni. Il nuovo Huawei Mate 20X 5G dispone di uno schermo Full Hd+ da ben 7,2 pollici il quale è interessato dalla presenza di un notch a goccia e dalla risoluzione da 2.233 x 1.080 pixel.
Al di sotto del display troviamo il Kirin 980, già visto diverse volte nell’offerta Huawei e Honor. Il processore è affiancato da 8 GB di Ram, mentre lo spazio per l’utente è di 256 GB, espandibile via nanoSd. La connessione in 5G è resa possibile grazie al chipset realizzato dalla stessa Huawei, il primo multi-mode 5G al mondo a 7nm, ovvero il modem Balong 5000.

Il retro del dispositivo è interessato dalla presenza di una tripla fotocamera da 40,20 e 8 megapixel, mentre quella anteriore è di 24 megapixel. La batteria sarà in grado secondo il produttore di coprire l’intera giornata (nonostante il generoso display) con i suoi 4.200 mAh. Il dispositivo è già ordinabile sui maggiori distributori al prezzo di 1.099,90 euro e sarà disponibile dalle prossime settimane.

PCProfessionale © riproduzione riservata.