Identità  email multiple più facili con Mutt

Mutt è un client di posta elettronica per Linux e Unix estremamente potente e flessibile, anche se gira da riga di comando e non dispone di interfaccia grafica. Oltre al supporto per la definizione di macro, Mutt permette di definire diversi tipi di hook o “ganci”. Un hook è un comando che esegue automaticamente altri comandi ogni volta che l’utente compie certe azioni, per esempio entrare in una specifica casella di posta.

Il client di posta Mutt per Linux e Unix Queste istruzioni, ad esempio (da scrivere nel file di configurazione .muttrc):


folder-hook lavoro set sort=threads
folder-hook personale set sort=date-sent

dicono a Mutt di visualizzare i messaggi nella cartella lavoro ordinati per discussione (thread) e quelli nella cartella personale nell’ordine in cui sono stati spediti.
Combinando queste capacità  Mutt può gestire quante identità  email si vogliono, ognuna con indirizzo di ritorno, signature, server di posta, chiave Pgp e così via: basta definire tutti questi parametri, con la sintassi spiegata nel manuale di Mutt, in un file esterno, ad esempio .mutt_lavoro e aggiungere un comando simile a questo nel file di configurazione centrale:

folder-hook lavoro ":source ~/.mutt_lavoro"

per assumere l’identità  “lavorativa” ogni volta che si entra nella cartella email riservata ai messaggi di lavoro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.