Prima furono le russe e le ucraine, poi le ivoriane. Adesso tocca alle francesi che chiedono l’amicizia su Facebook. Ma spesso dietro queste belle ragazze ci sono account fake e lo scam sentimentale, la richiesta di soldi che avviene nel contesto di una relazione di attrazione o di vero e proprio innamoramento.

In genere chi detiene l’account sceglie account di uomini tra i quaranta e i cinquant’anni, invia una richiesta di amicizia e inizia a chattare. Ma dopo un po’ di tempo alcune conversazioni vertono sulla richiesta di bonifici per venire in Italia a cui non fa seguito nessun viaggio.

Si tratta di vere e proprie truffe, a volte gestite da organizzazioni criminali, in questo caso in paesi francofoni.

A volte i malcapitati uomini accettano di farsi riprendere nudi e quindi la richiesta di denaro assume la forma di un vero e proprio ricatto dietro la minaccia di diffondere in rete filmati o foto compromettenti.

Qualora vi trovaste in una condizione del genere si consiglia di contattare la Polizia Postale che si trova a raccogliere migliaia di denunce all’anno per reati collegati allo scam sentimentale. Spesso recuperare i soldi è complicato perché i truffatori si trovano all’estero, ma si può ricevere supporto e qualche consiglio utile a proteggersi.

CONDIVIDI