Come migliorare il risparmio energetico su Surface Pro

Torniamo in tema di risparmio energetico sul sistema portatile, grazie a una segnalazione di un lettore che ci scrive: «Utilizzo un tablet Surface Pro con processore Intel Core i5 che ho aggiornato a Windows 10 e posso confermare il problema da voi segnalato su PC professionale di Gennaio 2016. Il tablet non entra in modalità  stand-by (in realtà  ci entra ma dopo pochi minuti si riaccende da solo) e, se abbandonato a se stesso, scarica la batteria in poche ore. Ho provato anche a spegnerlo ma il risultato è lo stesso, dopo pochi minuti si riaccende da solo, poi se nessuno lo tocca va in stand-by (e si riaccende) e via così fino ad esaurire la batteria. Non si tratta di un difetto secondario visto che il tablet in queste condizioni è inutilizzabile in mobilità  e anche se collegato alla corrente si ricarica continuamente, rischiando di danneggiare in breve tempo la batteria. Il fatto è che io non ho un Surface 3 o 4 ma la prima serie, quindi il problema si manifesta su tutti i tablet e non solo sugli ultimi modelli!

surface
In condizioni particolari il tablet Surface di Microsoft non riesce ad entrare in modalità  di risparmio energetico, riducendo la durata della batteria.


Il difetto si è verificato per la prima volta questa estate dopo lo scaricamento di alcuni hotfix di Windows 8.1. Riportando il dispositivo alle impostazioni di fabbrica il difetto spariva, per tornare pochi giorni dopo. A quel punto ho fatto un factory reset e subito dopo l’aggiornamento a Windows 10. Il problema è sparito per una decina di giorni per poi tornare nuovamente con l’installazione dei primi hotfix! Dopo tante prove (e giornate intere perse alla caccia di virus e cavalli di Troia)
ho finalmente individuato l’hotfix che crea questo difetto ovvero il KB3081444. Trovo assurdo che dopo diversi mesi nessuno se ne sia accorto e soprattutto che il guasto si sia propagato sui modelli successivi senza una soluzione. Penso proprio non si tratti di un problema di firmware ma di una funzione interna del sistema operativo impostata ad hoc per chissà  quale motivo. La mia soluzione è stata quella di bloccare, subito dopo il ripristino, il servizio Windows Update. Da settembre uso Windows 10 su Surface senza nessun aggiornamento e mi tengo ben stretta la versione che è arrivata con l’immagine Iso distribuita da Microsoft, nella quale non è ancora integrato l’hotfix KB3081444».

Nel nostro laboratorio abbiamo riprodotto il problema che però si presenta solo in alcuni esemplari di tablet Surface. È quindi probabile che il malfunzionamento non dipenda in maniera esclusiva dall’hotfix KB3081444 ma piuttosto dalla sua interazione con qualche altro componente interno o software aggiuntivo.

L’aggiornamento in questione va ad integrarsi in Internet Explorer e ne sostituisce diversi componenti fondamentali. I primi indiziati per il malfunzionamento sono quindi tutti gli add-on e i plug-in installati all’interno del browser di Microsoft. Purtroppo l’aggiornamento KB3081444 è un pacchetto cumulativo per la sicurezza e quindi impedendone (o comunque posticipandone) l’installazione si espone il tablet a eventuali minacce informatiche.

Speriamo quindi che Microsoft riesca ad isolare l’origine del problema e a fornire agli utenti del tablet Surface una procedura per ripristinare il corretto funzionamento e con esso la durata ottimale della batteria.

PCProfessionale © riproduzione riservata.