Notebook datato e interfaccia Parallel Ata

Domanda: ho da anni un portatile HP OmniBook 500 (F2168K). Si può installare un’unità  Ssd al posto del disco fisso interno, eventualmente con l’ausilio di qualche adattatore? Qual è il taglio massimo gestibile dal computer?

Il portatile HP OmniBook 500 usa un disco fisso con interfaccia  Ide a 44 poli. La scarsa reperibilità  e il costo elevato di questi componenti rendono problematici gli interventi di riparazione.
Il portatile HP OmniBook 500 usa un disco fisso con interfaccia Ide a 44 poli. La scarsa reperibilità  e il costo elevato di questi componenti rendono problematici gli interventi di riparazione.

Risposta: il portatile HP OmniBook 500 è basato su un vecchio processore Pentium III a 700 MHz e, secondo le specifiche originali, supporta fino a 512 Mbyte di Ram tipo Pc100. La grafica è gestita dall’adattatore grafico discreto ATI Mobility M1, abbinato a uno schermo da 12,1 pollici da 1.024 x 768 punti. Le memorie di massa sono di tipo Parallel Ata, con il classico connettore Ide a 44 poli. Ciò rende molto complicata la sostituzione del disco: la reperibilità  di unità  Ide è ormai problematica e i prezzi sono molto superiori rispetto alle controparti Serial Ata. Per quanto riguarda gli Ssd, nonostante alcuni produttori abbiano inizialmente sviluppato e commercializzato dispositivi con interfaccia Ide, le limitazioni imposte dai protocolli UltraDma/100 e il costo elevato hanno scoraggiato la maggior parte degli utenti dal sostituire gli hard disk tradizionali. Nelle generazioni successive delle memorie di massa allo stato solido l’interfaccia Ide non è stata più presa in considerazione e anche i pochi modelli disponibili sono spariti dal mercato.

L’unica possibilità  per equipaggiare il notebook con qualcosa di simile a un Ssd è sostituire il disco fisso con una scheda di memoria CompactFlash. Grazie alle analogie tra il connettore della memory card e l’interfaccia Ide/Parallel Ata, si trovano facilmente adattatori a prezzo contenuto. Le schede di memoria CompactFlash, fino a qualche tempo fa largamente impiegate nelle fotocamere reflex di fascia alta, sono ancora reperibili presso i negozi che trattano articoli di fotografia. I tagli da 16 e 32 Gbyte sono disponibili a prezzi compresi tra 30 e 50 euro, mentre tagli superiori rendono proibitivo il loro utilizzo come memoria di massa. Invitiamo il lettore a valutare con attenzione il costo della riparazione del notebook: tramite le offerte sottocosto della grande distribuzione, è spesso possibile acquistare a prezzi molto contenuti macchine di nuova generazione, che forniranno prestazioni di gran lunga superiori a quelle del modello in suo possesso.

PCProfessionale © riproduzione riservata.