Facebook sicurezza

Privacy, come gestire la nostra Attività fuori da Facebook

Facebook ha di recente presentato un nuovo strumento per gli utenti, un tool chiamato "Attività fuori da Facebook" e utilizzabile per gestire (o consultare) tutte le interazioni tra i servizi esterni e i nostri dati sul social network.

Facebook Inc., il peggior social network della storia recente in quanto a rispetto della privacy e trattamento sicuro dei dati degli utenti, ha dichiarato di voler dedicare l’anno appena cominciato a migliorare parecchio su entrambi questi fronti critici. Tra le novità in ambito privacy e rispetto degli utenti vi è ora un tool chiamato Off-Facebook Activity, o Attività fuori da Facebook secondo la traduzione italiana ufficiale.

Accessibile dalle impostazioni del social network o tramite link diretto alla pagina dedicata, lo strumento Attività fuori da Facebook fornisce “un riepilogo delle attività che le aziende e le organizzazioni condividono” con il social network, le interazioni con le app, le visite ai siti Web e altro ancora. La pagina principale del nuovo tool fornisce una spiegazione sul suo utilizzo, presenta un breve elenco delle app o dei siti Web che hanno di recente condiviso la nostra attività con Facebook (in alto a sinistra) e presenta una serie di link operativi nel riquadro sulla destra.

Attività fuori da Facebook - 1

Le opzioni meno interessanti incluse nel suddetto riquadro permettono di “scollegare” tutte le attività esterne connesse al nostro profilo, di accedere o scaricare alle informazioni che abbiamo immesso sul suddetto profilo (post, “like”, immagini ecc.), di gestire l’attività futura o di visitare il centro assistenza. L’opzione più interessante è la prima, Gestisci la tua attività fuori da Facebook, e ci permette di consultare (dopo aver confermato la password di accesso al social network) l’elenco dettagliato di tutte le interazioni tra le aziende esterne e Facebook.

Attività fuori da Facebook - 2

L’elenco delle app e dei servizi esterni a Facebook è interattivo: facendo clic su una singola voce apriremo la pagina corrispondente in sovraimpressione, e da qui avremo modo di consultare il modo in cui Facebook ha interagito con la app o il sito, il numero totale di interazioni ricevute (apertura app, accesso effettuato con Facebook, ricerche e altro ancora), il modo in cui Facebook usa l’attività della società esterna, e infine potremo (volendo) disattivare l’attività futura o fornire un feedback al social network.

Attività fuori da Facebook - 3

Come Facebook stesso ci tiene a sottolineare, disconnettendo l’attività esterna a Facebook si rischia di non ricevere lo stesso livello di funzionalità delle app o dei siti esterni corrispondenti. L’utilità maggiore di Attività fuori da Facebook non è in effetti la possibilità (comunque sempre presente) di cancellare un “rapporto” esistente tra il nostro profilo social e un soggetto terzo di cui magari avevamo dimenticato l’esistenza. No: grazie ad Attività fuori da Facebook qualsiasi utente può verificare in concreto la pervasività del social network nelle nostre attività online, e magari comportarsi di conseguenza riducendo al minimo l’esposizione o i comportamenti potenzialmente negativi per la nostra privacy.

PCProfessionale © riproduzione riservata.