Windows 10 Fall Creators Update

Problemi con la Fall Creators Update di Windows 10

Black screen dopo il riavvio da stand-by? Esistono alcuni componenti aggiuntivi che, se non configurati correttamente, possono influenzare la stabilità del sistema.

0
386

Il mio Pc basato sulla scheda madre Asus P6X58D Premium, processore Intel Core i7 a 3,06 GHz, due moduli Ddr3-1600 Corsair Dominator da 3 Gbyte ognuno, unità Ssd SanDisk Ultra II da 960 Gbyte collegata al controller Marvell integrato, due schede grafiche Gigabyte super overclock Nvidia GeForce Gtx460 e un alimentatore Corsair Cmpsu-1000HXEU da 1000 watt. Dopo aver provato la Fall Creator Update di Windows 10 Pro a 64 bit ho deciso di rimuoverla in quanto dopo aver messo il computer in standby lo schermo rimaneva nero.
Il malfunzionamento si verificava anche con gli ultimi hotfix rilasciati da Microsoft in questi giorni. Ho installato l’ultima versione dei driver Nvidia ma anche questa operazione non è stata risolutiva. Purtroppo i driver della scheda madre non vengono più aggiornati da tempo e presumo che il malfunzionamento possa dipendere proprio dal software di supporto del chipset ormai obsoleto.
Ho provato a installare, aggiornare e anche a downgradare l’Intel Management Engine Interface (a cui rimandano molti forum per problemi analoghi) ma ricevo sempre un errore di piattaforma non supportata. Cosa potrei fare per risolvere questo fastidioso malfunzionamento (che, se non risolto, mi obbligherà a disinstallare di nuovo la Fall Creator Update)?
Luca Di Pietro, via Internet

La scheda madre Asus P6X58D Premium è basata sul northbridge Intel X58 e sul southbridge Ich10R. Il software di supporto necessario a gestire questi componenti è già presente nel corredo di Windows 10. Esistono però alcuni componenti aggiuntivi che, se non configurati correttamente, possono influenzare la stabilità del sistema e, come evidenziato dal lettore, tra questi vi è anche la Management Engine Interface (MEI) di Intel. Questa interfaccia è utilizzata per gestire le funzionalità diagnostiche della scheda madre da parte del sistema operativo e il driver a essa destinato varia in base alla serie del chipset.

Tutti i chipset della Serie 8 e successivi possono utilizzare la versione più recente dei driver MEI (ovvero la 11.7.x) mentre i precedenti devono essere abbinati di volta in volta alla versione appropriata. Per la Serie 5 di cui fa parte il chipset X58 Intel consiglia l’utilizzo del driver MEI 6.x che può essere ancora reperito tramite il sito https://downloadcenter.intel.com. Si consiglia inoltre di non eseguire l’aggiornamento del firmware del sistema diagnostico perché, se si programma la flash eprom con una versione sbagliata, si rischia di rendere inutilizzabile la scheda madre. Ulteriori informazioni su questo argomento si possono trovare cercando Intel Management Engine Verification Utility e ME Analyzer Tool con un motore di ricerca.

Se l’installazione dei driver MEI 6.x non risolvesse il problema, un’altra possibile causa può essere ricercata nell’overclock delle schede grafiche: provate a riportare le frequenze operative di questi componenti ai valori nominali e verificate se ciò ripristina il normale funzionamento. Eventualmente rimuovete una delle due schede grafiche e provate a utilizzare il computer in modalità single-Gpu invece che in Sli. Anche questa operazione può fornire informazioni utili a risolvere il problema.

Purtroppo la rimozione della Fall Creators Update non è una linea di azione praticabile in quanto impedirebbe di ricevere gli altri aggiornamenti che saranno rilasciati in futuro. Inoltre, con gli schemi adottati da Microsoft per le procedure di Windows Update, è molto probabile che questo aggiornamento venga reinstallato nuovamente, anche senza il previo consenso dell’utente. È quindi cruciale individuare la causa del problema e porvi rimedio, garantendo così la funzionalità anche con l’ultimo aggiornamento di Windows 10.

(tratto dalla Rubrica POSTA del numero 324 di PC Professionale, vi ricordiamo che per questioni di tipo tecnico o comunque legate al funzionamento o al malfunzionamento di hardware o software potete scrivere all’indirizzo di posta elettronica: [email protected]
Compatibilmente con la natura del problema cercheremo di rispondere sulle pagine del giornale. Non vengono fornite risposte dirette via mail.)

PCProfessionale © riproduzione riservata.