Visualizzare lo spazio occupato sull’hard disk

Con l’aumento della capienza degli hard disk (ormai sono reperibili da tempo unità  da 4 Tbyte) si potrebbe pensare che la carenza di spazio libero sia una cosa  del passato, ma la realtà  invece è molto diversa. La diffusione dei dischi a stato solido, velocissimi ma molto meno capienti rispetto a quelli meccanici, ha fatto tornare il problema di grande attualità . Ci sono poi altri scenari in cui le dimensioni dell’hard disk possono rappresentare un limite: è il caso, per esempio, di molti notebook, oppure dei sistemi in cui sono state create più partizioni e solo una di esse risulta inspiegabilmente piena. L’aumento della velocità  di download da Internet, la crescente diffusione delle fotocamere che supportano il formato Raw e delle videocamere Hd sono soltanto alcune delle cause che concorrono a provocare il rapido esaurimento dello spazio sull’hard disk. Spesso non ci si rende neppure conto che si stanno accumulando Gybte di dati, e dopo qualche tempo è facile dimenticare in quale specifica sottocartella sono stati salvati i file più voluminosi. Per avere una fotografia chiara dello stato dell’hard disk si può utilizzare il programma gratuito TweakNow HD-Analyzer (www.tweaknow.com/HDAnalyzer.php): si tratta di un’utility che permette di ottenere molte informazioni utili tramite un’interfaccia snella, non appesantita da un numero eccessivo di funzioni.

Subito dopo l’avvio, TweakNow HD-Analyzer mostra l’elenco dei volumi presenti nel sistema: basta selezionarne uno per visualizzarne tutte le caratteristiche nel pannello di destra; premendo quindi il pulsante Scan Drive si può iniziare l’analisi dei suoi contenuti. Molto utile è anche il pulsante Scan Folder, che permette di limitare la ricerca a un percorso specifico, per evitare di tempi di scansione eccessivamente lunghi. Facendo clic sulla freccia accanto a questo pulsante si possono richiamare alcuni percorsi preimpostati, come per esempio la cartella Utente, oppure le sottodirectory Documenti, Musica, Immagini e Video. Una volta conclusa l’analisi, HD-Analyzer mostra l’elenco delle cartelle individuate, ordinate in base alla dimensione dei contenuti (dalla più grande alla più piccola), mentre il pannello inferiore suddivide l’occupazione per tipologia di file (video, immagini, musica e così via). Queste categorie, riconosciute per mezzo delle estensioni, possono essere modificate e personalizzate raggiungendo la finestra delle opzioni dalla schermata principale, con un clic sul pulsante Options.

Utility 3 copia

PCProfessionale © riproduzione riservata.