La stampa 3D alla portata di tutti (e i saluti del direttore)

Su questo numero di PC Professionale trovate un approfondito articolo sulla stampa 3D. Vista la dimensione dell’argomento lo abbiamo diviso in due parti, una che pubblichiamo questo mese e la seconda che troverete su uno dei prossimi numeri. Le stampanti 3D sono oggetti affascinanti che permettono di creare oggetti complessi e personalizzati senza nessuno sforzo o abilità  manuale. Ma per poterli sfruttare al massimo occorre conoscere bene non solo la stampante ma anche gli strumenti software con cui si crea il progetto 3D da produrre. Ecco allora che su questo numero ci siamo focalizzati sul software per la realizzazione dei progetti e sulle tecnologie che stanno dietro le varie stampanti 3D per capire cosa si può realizzare. In uno dei prossimi numeri, invece, analizzeremo passo passo come realizzare un progetto 3D e poi stamparlo, offrendovi trucchi e suggerimenti su come muovere i primi passi in questo meraviglioso settore.

Questo è l’ultimo numero che firmo come direttore. Dal 1991 ho partecipato, prima come redattore, poi come caporedattore e infine come direttore, alla realizzazione di ben 317 numeri del giornale. E’ ora di dare spazio ai giovani. Adesso mi riposerò un po’ e poi mi aspettano nuove sfide. Voglio ringraziare innanzitutto tutti voi che mi avete seguito per tutti questi anni. E’ grazie a voi che il giornale è ancora vivo pur avendo avuto un calo della pubblicità  che gli dava linfa vitale. E’ grazie a voi che siamo rimasti l’ultimo baluardo nel settore informatico/tecnologico sulla carta stampata in alternativa al mare magnum di Internet. Ed è grazie ai vostri suggerimenti, alle vostre critiche e agli incoraggiamenti che giorno dopo giorno abbiamo modellato il giornale per renderlo sempre utile a chi si interessa di queste tematiche.

Un grazie va anche all’Editore che in questi anni mi ha lasciato carta bianca per realizzare un giornale sempre attento alle esigenze dei lettori. Un Editore che ha seguito con interesse il mio lavoro ed è sempre stato attento alla qualità  del prodotto.

Ma il grazie più grande va alla mia redazione, che per molti anni mi ha accompagnato e mi ha supportato nella realizzazione del giornale. Sono giornalisti capaci, tenaci, con una grande passione per la tecnologia e la scrittura. Abbiamo fatto tanta strada insieme e tanta ne dovranno fare. Buon lavoro. Insomma, per l’ultima volta auguro una buona lettura a tutti.

Continuate a seguire PC Professionale, è un giornale fatto con la testa e con il cuore.

PCProfessionale © riproduzione riservata.