Il settore gaming continua a trainare il mercato dei Pc

Sono diversi anni che il mercato dei Pc – in modo particolare quello dei desktop – è in contrazione, tanto che da tempo si parla di un vero e proprio declino. In questo panorama, però, la stella del settore dedicato al gaming ha continuato a brillare e il 2016 si chiuderà  con risultati più che positivi, soprattutto per il segmento legato alla grafica.

Nel terzo trimestre di quest’anno, infatti, l’industria dei Pc ha fatto registrare vendite oscillanti tra i 68 milioni di unità  (fonte IDC) e i 68,9 milioni di unità  (fonte Gartner). Sono numeri in crescita rispetto al secondo trimestre del 2016, ma in calo rispetto allo stesso periodo del 2015; stando ai dati forniti da IDC il calo anno su anno sarà  pari al 3,9%, mentre per Gartner il calo sarà  pari al 5,7%. A tenere e a crescere sono le vendite dei desktop e dei notebook da gioco a discapito di quelli mainstream e questo giustifica gli ottimi dati di vendita dei processori grafici fatti rilevare sia da Amd sia da Nvidia.

Nel terzo trimestre del 2016 (Q3 2016) le vendite si attestano su un valore complessivo di 13,04 milioni di unità  con una crescita del 38,16% rispetto ai 9,44 milioni di unità  del trimestre precedente (Q2 2016). Lo spaccato mostra volumi e tassi di crescita molto diversi tra Amd e Nvidia. Amd, grazie all’introduzione delle Gpu con architettura Polaris, ha registrato un incremento da 2,82 milioni di unità  vendute nel Q2 a circa 3,8 milioni di unità  vendute nel Q3; Nvidia ha beneficiato delle ottime vendite delle Gpu con architettura Pascal e ha registrato un incremento da 6,6 milioni di unità  vendute nel Q2 a circa 9,25 milioni di unità  vendute nel Q3. Amd cresce anche rispetto allo stesso periodo del 2015, quando nel Q3 le vendite si sono attestate a 2,25 milioni di unità , mentre per Nvidia si rileva un leggero calo visto che nello stesso periodo del 2015 aveva venduto 9,71 milioni di unità . Da qualunque angolazione si guardino questi dati, tuttavia, è evidente che il settore dell’hardware legato ai videogiochi e ai computer di fascia più alta è ancora sano. Questo è il motivo per il quale i principali marchi di Pc hanno spostato la loro attenzione su sistemi dedicati al gaming piuttosto che insistere sulle configurazioni destinate al mercato di lago consumo.

Michele Braga

PCProfessionale © riproduzione riservata.