Tecnoregali di Natale

Art_Regali_297

Meno di un mese a Natale. È partito il conto alla rovescia non solo per la festa più importante e attesa dell’anno, ma anche per la tradizionale “corsa ai regali”. E la ricerca del regalo “perfetto” può diventare frenetica e frustrante, soprattutto quando non si hanno idee. Un’ottima base di partenza è cercare nel mondo hi-tech: da un recente sondaggio di eBay, il regalo preferito dai maschi italiani è proprio ad alto contenuto tecnologico. Un universo sempre più ricco, in cui scegliere soluzioni adatte a tutte le esigenze (di chi i doni li riceve) e a tutte le tasche (di chi i doni li fa). Un universo in cui è però facile perdersi, disorientati da una miriade di prodotti, simili solo sulla carta.

di Eugenio Moschini

ICON_EDICOLAAnche quest’anno, per aiutarvi a districarvi nella giungla dei possibili regali, abbiamo selezionato 56 idee regalo, divise in quattro categorie. Dalla stampante 3D per l’amico super-tecnologico, ai “classici” smartphone e tablet adatti a tutti, dagli oggetti di design, per chi vuole un regalo “bello”, alla action cam pronta a registrare le imprese più impossibili. Una selezione varia e variegata, quindi, in cui abbiamo privilegiato le ultime novità  arrivate sul mercato.
Tra questi 56 prodotti che vi proponiamo, molti hanno un costo inferiore ai 100-200 euro, mentre il tetto massimo fissato è sui 500 euro. Vi ricordiamo che i prezzi che abbiamo pubblicato sono quelli di listino: in molti casi lo street price può essere sensibilmente differente. Non scartate quindi a priori regali che sembrano leggermente più costosi del vostro budget, ma verificate il loro prezzo “su strada”.

I 10 consigli per non sbagliare (acquisti)

Premessa, scontata: i regali “perfetti per tutti” non esistono, ma è possibile ridurre al minimo il rischio di “toppare” il regalo. Ecco il decalogo dei nostri consigli per l’acquisto hi-tech

  • Non cercate l’impossibile (per il vostro budget): a tutti noi piacerebbe trovare regali fantastici, spendendo poco. Ma questo in alcuni casi potrebbe essere impossibile. Una volta che stabilite il budget, siate realistici: per esempio non intestarditevi nel voler trovare a tutti i costi un (bel) tablet da 10″ a meno di 150 euro. È semplicemente impossibile! A questa cifra rischiate un colossale bidone. In questo caso o aumentate la spesa o aggiustate il tiro, puntando su un modello da 7″ – 8″.
  • Non basta il regalo giusto, deve essere anche del livello giusto: una volta che decidete qual è l’oggetto giusto, ricordatevi di scegliere il livello giusto. Se ad esempio il vostro fidanzato è un supersportivo, evitate di regalargli una action cam entry level oppure che non disponga di accessori in grado di adattarsi alle sue necessità . Ma vale anche il viceversa, il tablet o lo smartphone superevoluto regalato ai nonni è un non-regalo: non sono in grado di utilizzarlo e finiscono per esserne intimoriti.
  • Gli accessori indispensabili? Potrebbero non esserlo per tutti: tenete presente che l’accessorio che per voi è indispensabile, magari non lo è per il vostro amico. Anche se per voi ormai sarebbe impensabile utilizzare il tablet enza una custodia-tastiera, magari il destinatario del dono può non pensarla come voi e preferisce la leggerezza e le dimensioni di un tablet “puro-e-semplice”. In questo caso viene in aiuto l’abitudine: se sono ormai due anni che il vostro amico ha il tablet e non l’avete mai visto con una tastiera o una custodia, molto probabilmente non la ritiene così indispensabile, e rischiate di fare un regalo destinato a finire nel cassetto.
  • Offerte e sconti sì, ma attenti ai prodotti “scaduti”: la tecnologia si evolve molto rapidamente, ma altrettanto rapidamente invecchia. Per questo molti dispositivi possono diventare superati a un anno dal lancio, diventando letteralmente obsoleti quando compiono i due anni di vita. È inevitabile che, vista la richiesta, le grandi catene dell’informatica e anche i negozi online cerchino di disfarsi delle scorte.  Non è detto che tutte le “super-offerte” “megasconti” “offertissima” nascondano il bidone, ma è bene controllare bene prima ed evitare di acquistare a scatola chiusa. Non è necessario scegliere sempre l’ultima generazione di dispositivo, e se si vuole un po’ di sconto è possibile optare per la generazione precedente, al massimo per quella ancora precedente. Ma non andate oltre, risparmiereste, ma fareste davvero un brutto regalo.
  • Regali “evergreen”, ma particolari: ci sono (pochi) prodotti hi-tech che non vanno fuori moda, come ad esempio i pendrive. Se è vero che per un pensiero, un pendrive può essere un’idea, ricordatevi che probabilmente il destinatario ne possiederà  almeno 4 o 5. Oltre a puntare sulla capienza (non scendete sotto i 16 GB) puntate o su qualche funzione particolare (come la resistenza a tutto o la miniaturizzazione estrema) o su un design molto originale.
  • Con la convergenza, meno dispositivi entry-level: lo smartphone ha accentrato moltissime funzioni, che prima richiedevano dispositivi separati.
    Se ci serve una foto, un video o una registrazione audio al volo, prendiamo dalla tasca il nostro fedele smartphone. Proprio per questo fotocamere, camcorder e registratori audio entry-level hanno sempre meno appeal, anche tra gli utenti meno evoluti. Se volete regalare dispositivi di questo tipo, cercate i modelli che offrono qualche caratteristica in più (come l’impermeabilità ) o funzionalità  aggiuntive.
  • Acquisti, attenti ai tempi: se è il prodotto che tutti vogliono l’acquisto potrebbe essere un’impresa: nei negozi fisici potrebbe essere esaurito (costringendovi a una propria e vera caccia al tesoro), mentre acquistandolo online c’è sempre l’incognita della spedizione.
    Se arrivate a ridotto delle festività , optate per una piattaforma di commercio elettronico affidabile. Purtroppo molto spesso le piccole realtà  non garantiscono consegne rapide (5-10 giorni lavorativi si trasformano in 2-3 settimane) oppure pubblicizzano come “disponibili” prodotti che in realtà  non hanno a magazzino. Sarebbe un peccato arrivare alla vigilia e avere ancora i vostri regali “in arrivo”.
  • Non fatevi scrupoli, chiedete: se decidete di regalare un accessorio a una persona che ha una passione particolare (come ad esempio un fotografo o un appassionato di audio) cercate di capire se ha, nel suo campo, un interesse particolare. Potreste scoprire che l’amico fotografo ha una passione per il macro (e magari regalargli un flash specifico) o che l’audiofilo si lamenta perché quando va a correre non ha un lettore Mp3 o un paio di cuffie adeguate alle sue orecchie.
  • “Bello” o “costoso” non vuol sempre dire “di qualità “: la bellezza o il design, in un dispositivo hi-tech, non dovrebbero essere fini a sé stessi, ma caratteristiche aggiuntive che si sommano a una base tecnologica di qualità . Purtroppo questo non è sempre vero, così come non è sempre vero che i dispositivi più costosi siano anche quelli qualitativamente migliori. Prima di affrontare un acquisto importante, non giudicate semplicemente l’estetica curata o il prezzo elevato, ma cercate recensioni accurate e affidabili.
  • L’ultima carta da giocare: se proprio non sapete cosa regalare e volete fare un regalo hi-tech, contemplate l’idea di un buono acquisto. Forse non sarà  l’idea più originale o elegante, ma avrete la certezza di non regalare un oggetto non desiderato. (…)

Trovate l’articolo completo su PC Professionale di dicembre 2015

PCProfessionale © riproduzione riservata.