The Floating Piers: guida di sopravvivenza [aggiornato]

Il 19 giugno è stata la mia prima giornata a The Floating Piers. Durante il secondo giorno di apertura dell’opera di Christo e Jeanne-Claude sul lago d’Iseo – accessibile dal 18 giugno a 3 luglio 2016 – ho avuto modo di visitare la passerella galleggiate che da Sulzano collega la sponda bresciana del lago con Monte Isola per poi protendersi a pelo d’acqua verso l’isola di San Paolo e poi piegare di nuovo in direzione della costa in prossimità  dell’approdo di Sensole. Con questo piccolo prontuario che esula dal contesto informatico, ho deciso di fornire a chi segue PC Professionale qualche indicazione di prima mano e qualche consiglio per poter visitare l’installazione artistica. Abitando nella provincia di Bergamo ed essendo un motociclista, il lago d’Iseo non è una zona a me sconosciuta e le scelte che abbiamo preso per visitare la struttura si sono rivelate azzeccate, almeno per sopravvivere all’assalto del weekend. I primi due giorni di apertura hanno permesso di raccogliere indicazioni per quanto riguarda l’affluenza di pubblico durante il sabato e la domenica – le giornate più gettonate – mentre oggi e nei prossimi giorni sarà  possibile raccogliere qualche informazione in più circa l’affluenza nei giorni feriali.

La notte tra domenica 19 e lunedì 20 giugno è stata anche quella della prima apertura notturna dell’opera – aperta 24 ore su 24 in presenza di condizioni meteo favorevoli – che nelle ore notturne può essere percorsa nel tratto da Sulzano a Monte Isola alla luce di lampade galleggiati posizionate al tramonto del sole.

Christo The Floating Piers
Christo saluta i visitatori mentre a bordo di un battello costeggia l’intera opera durante il secondo giorno di apertura.

L’affluenza – come da previsioni – è stata altissima anche durante il secondo giorno di apertura sebbene le condizioni meteo non sia state delle migliori per gran parte della giornata.
Per prima cosa ricordatevi che per motivi di sicurezza l’accesso alla passerella può essere sospeso o limitato in qualunque momento, anche per diverse ore, fino al rimettersi delle condizioni meteo tali da garantire la sicurezza dei visitatori e da rendere possibile l’evacuazione degli stessi prima del sopraggiungere di temporali di media e forte intensità  o di un peggioramento del moto ondoso del lago.

The Floating Piers
Nei punti di accesso ai tratti galleggianti della passeggiata su The Floating Piers sono presenti i cartelli con gli avvisi meteo.
The Floating Piers
Fino alle condizioni definite con il colore ocra è possibile percorrere tutta la passerella, mentre con il colore arancio sarà  possibile percorrere solo alcuni dei tratti galleggianti.

Ecco qualche consiglio per vivere al meglio il vostro tempo sul lago d’Iseo e per riuscire a godere dell’opera senza interminabili code. Come sempre, o più che in altri casi, conviene informarsi, ma qualche consiglio da chi conosce la zona può essere utile.

Partiamo subito con due link utili: il primo è quello del Centro Meteo Lombardo che a questa pagina fornisce la grafica del radar meteo e permette di vedere l’evoluzione delle precipitazioni in corso sul territorio della Lombardia. Il secondo link è quello di una webcam – trasmette 24 ore su 24 – posta presso l’Hotel RivaLago sulla sponda di Sulzano a pochi passi dall’ingresso all’installazione The Floating Piers.

The Floating Piers
Sulla passerella sono presenti gli addetti all’assistenza per il pubblico e alla sicurezza. Ogni 50 metri avrete modo di chiedere assistenza o informazioni.
The Floating Piers
Il personale addetto alla sicurezza dei visitatori pattuglia in modo costante l’intero percorso anche a bordo di gommoni che permettono ai bagnini di raggiungere eventuali zone di intervento per il soccorso.

Come arrivare a The Floating Piers e quale accesso scegliere

Per raggiungere The Floating Piers sono stati approntati diversi mezzi di trasporto, come treni e navette, in grado di portarvi a Sulzano dove è situato l’accesso principale all’opera. Per quello che ho potuto vedere ieri la scelta di evitare l’accesso da Sulzano ci ha ripagato. Non è una indicazione tassativa, ma visto che Sulzano è l’ingresso principale dovete preventivare una attesa in coda per il vostro turno.

Meglio il traghettoda prenotare – che parte da Iseo e che permette di raggiungere il pontile di Peschiera Maraglio con un viaggio di circa 20 minuti. Il biglietto può essere acquistato online presso il portale della Navigazione Lago d’Iseo. Se avete la prenotazione in mano vi basta essere al pontile di Iseo 15 minuti prima della partenza del traghetto che avete scelto in fase di prenotazione: con il biglietto prenotato potrete accedere attraverso la corsia preferenziale ed evitare la lunga coda di chi si presenta senza titolo di viaggio; per ogni battello possono accede solo 50 persone per volta tra coloro che acquistano il biglietto in loco. Sul biglietto è indicata l’ora di prenotazione e sebbene sia possibile prendere altri traghetti, per questi ultimi non avrete diritto di precedenza e dovrete quindi fare la coda come tutti coloro che si presentano privi di titolo di viaggio.

Perché scegliere il traghetto? Perché in questo modo attraccherete direttamente a Monte Isola – sarete già  all’interno di The Floating Piers – e potrete così cominciare da subito la vostra passeggiata sulla passerella galleggiante. Chi sceglie di accedere da Sulzano, ovvero dall’inizio della passerella, deve fare i conti con la coda che si forma nel punto di accesso dove gli addetti alla sicurezza centellinano il passaggio in modo che sulla passerella non si accumuli troppa gente contemporaneamente.

The Floating Piers
Durante il percorso è possibile concedersi qualche minuto di relax sulla passerella, ma senza sostare troppo a lungo in modo da permettere l’accesso anche a chi è in attesa.

E il parcheggio?

Prenotate traghetto e parcheggio. Quando acquistate il biglietto per il traghetto vi sarà  data priorità  per prenotare – sempre online – anche il posto auto in uno dei parcheggi convenzionati che si trovano a poca distanza dal centro di Iseo. Se non volete fare una passeggiata di 15 minuti dal parcheggio al pontile potrete usufruire di una delle navette gratuite, ma anche in questo caso dovrete mettervi in coda.
Se raggiungete la meta in macchina il costo del parcheggio sarà  di 15 euro, mentre per i centauri il costo per parcheggiare la moto nelle zone adibite è di 8 euro.

Qualche consiglio

Una volta sbarcati a Peschiera Maraglio dirigetevi subito verso il braccio della passerella che si protende nel lago verso l’isola di San Paolo – residenza della famiglia Beretta – e che poi svolta per riportarvi a riva nelle vicinanze dell’approdo di Sensole.

 

The Floating Piers
Uno scorcio della passerella dalla zona vicino a Sensole.
The Floating Piers
Provate, come consiglia lo stesso Christo, a passeggiare lungo The Floating Piers a piedi scalzi. Ne vale davvero la pena e potrete anche scattare una foto della vostra impronta su un’opera unica che durerà  solo per un periodo limitato.

Da qui – consiglio – prendete la strada che sale verso Menzino, quindi deviate verso la rocca (Castello Oldofredi), un punto panoramico che vi permette di vedere dall’alto e con una prospettiva molto diversa l’isola di San Paolo e il tratto di passerella che avete percorso.

Uno spezzone del tragitto rilevato con il Gps durante la camminata che da Peschiera Maraglio porta verso l'isola di San Paolo e poi verso Sensole.
Uno spezzone del tragitto rilevato con il Gps durante la camminata che da Peschiera Maraglio porta verso l’isola di San Paolo e poi verso Sensole (e in questo caso non è un errore del Gps)
The Floating Piers
Una vista dal Castello Oldofredi
Il percorso che porta da Sensole al castello Oldofredi
Il percorso che porta da Sensole al castello Oldofredi

Una volta scesi di nuovo a Menzino e tornati a Sensole – a meno che non vogliate fare l’intero giro di Monte Isola – potrete raggiungere l’approdo di Peschiera Maraglio lungo la passeggiata in riva al lago e proseguire verso il punto in cui la passerella si stacca di nuovo dalla terra ferma per raggiungere Sulzano.

The Floating Piers
Un’immagine relativa alla riapertura del tratto che procede verso l’isola di San Paolo presa dalla passeggiata tra Sensole e Peschiera Maraglio.

Per gli appassionati del trekking

Se vi piace camminare e le salite non sono un problema vi consiglio di valutare la salita fino alla Chiesa di San Rocco a Masse. Guardando Monte Isola potete scorgere la Chiesa di San Rocco sulla sommità  dell’isola.

Da non dimenticare

Lungo la vostra passeggiata non dimenticatevi di chiedere a uno degli addetti che incontrerete su The Floating Piers un pezzo del tessuto con cui gli artisti hanno deciso di rivestire l’intera opera. Il ricordo è gratuito ed è l’unico cimelio autentico che troverete. Tutto quello che potrebbero vendervi come ricordo ufficiale, invece, non ha nulla a che vedere con l’opera. Non abbiamo visto vendite di oggetti ricordo particolari, ma nel corso delle settimane la cosa potrebbe cambiare. Se qualcuno tentasse di vendervi la pezza di tessuto, sappiate che è gratuita insieme alla cartina con il tragitto di The Floating Piers. L’unico problema è che se un addetto ha terminato il materiale a sua disposizione per il turno, dovrete attendere il cambio del turno per riuscire a recuperare il vostro kit ricordo. Ovviamente è vietato – ma spero che non sia necessario ricordarlo – prelevare o strappare parte del tessuto che fa parte dell’opera stessa.

The Floating Piers
La cartina dell’evento e un frammento del tessuto con il quale gli artisti hanno deciso di rivestire l’opera The Floating Piers.
The Floating Piers
Gli addetti all’opera The Floating Piers vestono una divisa con salopette in jeans che riporta il disegno dell’opera.

Sciopero treni il 23 e 24 giugno 2016

Nelle date confermate dal Ministero dei Trasporti vi sarà  uno sciopero nazionale del trasporto su rotaia e questo potrà  creare disagi a chi ha pensato di utilizzare proprio il treno per raggiungere Sulzano in occasione di The Floating Piers. In questo post trovate le informazioni relative allo sciopero e quelle per utilizzare BlaBlaCar come possibile soluzione alternativa per raggiungere il lago d’Iseo in compagnia di altre persone che si stanno recando in macchina sul luogo dell’evento dell’anno.

[Aggiornamento]

In questi giorni i biglietti dei traghetti in partenza verso Monte Isola hanno registrato vendite record e sono quasi esauriti quelli per i viaggi della mattina fino al giorno di chiusura dell’opera The Floating Piers. Come ho indicato, acquistando i biglietti per il traghetto si ha precedenza nell’acquisto del posto auto in uno dei parcheggio convenzionati. Attenzione però, perché anche la disponibilità  dei posti auto è pressoché esaurita nei parcheggi di Iseo: il posteggio vale per l’intera giornata e i posti sono andati esauriti da chi ha acquistato il biglietto per i traghetti della mattina (c’è ancora qualcosa di disponibile nel pomeriggio, ma solo da metà  della prossima settimana) e da chi ha acquistato il solo posto auto per poi muoversi con le navette. Prima di acquistare i biglietti rimanenti per i traghetti è meglio controllare se presso il pontile da voi scelto c’è ancora disponibilità  di posti per l’auto a questo indirizzo https://www.autobus.it/PKPR/parkiseo/parcheggi/Selezione.

PCProfessionale © riproduzione riservata.