In vacanza sempre connessi grazie al roaming (gratuito in Europa)

Mese estivo, tempo di viaggi. In redazione abbiamo pensato di fornirvi tutte le informazioni per poter godere appieno delle meritate vacanze, sia che stiate sul suolo nazionale sia che andiate verso lidi lontani. Quindi, innanzitutto, ecco che vi illustriamo le nuove tariffe e le offerte degli operatori telefonici, informazioni utili soprattutto per chi decide di andare all’estero. Anche perché sono cambiate le normative internazionali per le tariffe sia per le chiamate sia per la connessione dati. Sì, è vero che oramai il wi-fi si trova ovunque, ma per i patiti dei social che vogliono stare connessi alla propria community 24 ore al giorno o per chi è in vacanza ma con la mente è sempre connesso con il proprio lavoro (e quindi non può disattivare la notifica push delle mail), il wi-fi libero va stretto. Molto stretto.

Ma gli operatori telefonici si stanno adattando alle nuove normative (Regolamento UE 531/2012 modificato dal regolamento 2015/2020) e per tutti vale la regola che dal 15 giugno non ci sono più tariffe di roaming, e telefonare o navigare in Italia o in uno dei Paesi della Comunità  europea è esattamente la stessa cosa. Il credito che si ha in Italia è quello che si userà  anche all’estero (attenzione, non ovunque, ma solo nella UE, per esempio non vale per la Turchia ma anche per San Marino). Bella cosa, veramente. Soprattutto pensando al costo al Mbyte di traffico applicato sino a pochi mesi fa. E ora telefonare, inviare Sms (ma chi lo fa più?) e navigare non ha più sovrapprezzi. Cercate solo di non finire il credito. Ma non è tutto qui. Grazie soprattutto alla liberalizzazione del traffico dati è ora finalmente possibile sfruttare a fondo le applicazioni di navigazione per smartphone (ne parliamo nell’articolo). Anche se scaricate in locale le mappe la connessione dati è sempre utile per avere informazioni dettagliate sul traffico e per potersi muovere liberamente nelle città  da visitare. Se non ve ne state spaparanzati al mare ma volete visitare qualche capitale europea, tramite lo smartphone potete avere tutte le informazioni che vi servono, anche sugli orari o sui percorsi dei mezzi pubblici tramite i quali raggiungere la vostra meta. Usare WhatsApp è utile per essere sempre connessi con la propria famiglia o i propri amici, ma poter avere tutte le informazioni che servono in tempo reale è ancor più importante.

Se però da un lato spalancare la porta all’immenso mondo del Web offre tanti vantaggi, dall’altro può essere un generatore di problemi. Dietro l’angolo possiamo trovare virus, malware in genere o malintenzionati ghiotti delle nostre informazioni personali. Ma non solo.

Lo smartphone è il fulcro della nostra vita digitale. Ed è un oggetto fragile che può cadere e rompersi, oppure finire in acqua e risultare inusabile. Può essere rubato e cadere nelle mani sbagliate. Per questa ragione abbiamo pensato un articolo dedicato alla “sicurezza totale”. Abbiamo analizzato per voi le funzioni, le strategie e le tecnologie che vi permetteranno di evitare che le conseguenze dello smarrimento o della distruzione del vostro dispositivo personale siano peggiori del mero danno economico. Buona lettura a tutti

PCProfessionale © riproduzione riservata.