Windows tutto gratis? Impensabile ma vero

Microsoft rilancia sul proprio sistema operativo con funzionalità , usabilità  e strategie nuove.

Il 21 gennaio Microsoft ha presentato la “Consumer Preview” del suo prossimo sistema operativo: Windows 10. Tra le tante novità  annunciate, due – più strategiche che tecnologiche – spiccano in particolare: Windows 10 sarà  una piattaforma unica per tutto l’hardware su cui potrà  girare e, non trascurabile, sarà  gratuito. Sì, avete capito bene, per la prima volta nella storia di Microsoft un aggiornamento di versione (non parliamo di patch) verrà  offerto gratuitamente (per i primi 12 mesi dall’uscita del prodotto). Sarà  riservato agli utenti di Windows 7, Windows 8 e Windows Phone 8 (Windows 10 girerà  anche sugli smartphone). Certo, sono tagliati fuori tutti quelli che usano una vecchissima versione del sistema operativo, Windows XP in primis, ma bisogna tenere presente che in questi casi l’hardware potrebbe essere molto datato e inadatto alla nuova versione del prodotto.

Come abbiamo fatto notare altre volte chi non intende investire in un aggiornamento hardware ma vuole mantenere la propria macchina può passare ad altri sistemi operativi meno esosi di risorse, come Linux. Anche l’altra novità  è interessante: un solo sistema operativo con un nome e una base di codice comune a tutte le piattaforme. Non esisterà  più Windows Phone, ma solo Windows 10. Non esisterà  più una versione per desktop e una per tablet ma un solo Windows 10 adattato alla piattaforma su cui dovrà  girare. Non è banale perché nel mondo Wintel (Windows-Intel) sono molti i prodotti “convertibili”, che possono essere utilizzati come notebook oppure come tablet. Windows 10 permetterà , finalmente, di utilizzare al massimo sia l’ambiente desktop (senza più dover passare dall’interfaccia Modern UI) sia le funzionalità  dei tablet che hanno nel touch il loro punto di forza, adattandosi automaticamente alla modalità  attiva.

Un bel salto in avanti, dovuto e voluto da Microsoft. Desktop, notebook, tablet e smartphone sono mondi che oramai non possono più essere separati perché convivono nella quotidianità  dell’utente. Nei mercati dei tablet e degli smartphone Microsoft arranca inseguendo Android e iOS. Ma questa mossa può rivelarsi fondamentale per il recupero di quote sia nel mercato professionale sia in quello consumer.

Volete sapere di più sulle novità  di Windows 10 e magari cominciare già  oggi a sperimentare alcune delle innovazioni che porterà  con sé, senza dover installare l’anteprima pubblica, non raccomandata per un utilizzo quotidiano? A pagina 76 di questo numero vi proponiamo i trucchi, i suggerimenti e le utility gratuite (scaricabili dal nostro Dvd virtuale) che vi permetteranno di ampliare le funzioni di Windows 8.1 avvicinandolo all’ambiente di Windows 10.

E voi cosa ne pensate di questa evoluzione? Windows 10 troverà  posto sugli schermi dei vostri Pc?

PCProfessionale © riproduzione riservata.