A partire dal prossimo settembre su Google Chrome sparirà la scritta dalla barra degli indirizzi che identifica come “Sicuro” il sito web che si sta visitando.

La missione di Google iniziò nel gennaio 2017 quando invitò i proprietari di siti web ad adottare connessioni sicure Https, attraverso l’installazione di Certificati Ssl. Da allora il browser Chrome avrebbe distinto nella barra degli indirizzi e prima della Url, i siti sicuri e conformi con un lucchetto e la scritta “Sicuro”.

Questa identificazione sparirà a partire da Settembre 2018 con Chrome 69 e rimarrà il solo lucchetto (ora grigio) per i siti sicuri. Tuttavia anche il lucchetto è destinato a sparire in un prossimo futuro.

Diversamente i siti che non prevedono connessioni sicure, ferme ancora a connessioni Http, continueranno ad essere etichettati come “non sicuri” e, a partire dalle prossime versioni di Chrome, tali avvisi cambieranno di colore quando gli utenti compileranno eventuali moduli presenti sui medesimi.

Le motivazioni per cui i siti provvisti di connessione Https e quindi sicuri non verranno più etichettati, sono molto semplici. L’utente, secondo Google, deve aspettarsi che il Web sia “Sicuro” di default. Inoltre attraverso queste scelte, il colosso di Mountain View spera che sempre più siti web adotteranno le connessioni Https, anche in virtù del fatto che l’adeguamento alle connessioni sicure ora è più economico che mai.

 

CONDIVIDI
Classe '87, amante della tecnologia e della fotografia.