GitHub

GitHub, sviluppo e collaborazione open source anche su mobile

Come promesso l’anno scorso, la piattaforma GitHub ha ora aperto le porte alla sua app ufficiale in versione Android. Un modo per organizzare il lavoro e gestire lo sviluppo software in mobilità.

Il nuovo anno porta una novità all’insegna del mobile per GitHub, piattaforma per il controllo versione (versioning) e lo sviluppo software open source di proprietà di Microsoft che ora diventa utilizzabile anche su gadget mobile. La corporation ha avviato il betatesting della sua app ufficiale per Android, un ritorno sul piccolo schermo che “vendica” i mezzi flop del passato e concretizza la promessa fatta nel 2019.

Per GitHub esisteva infatti una app ufficiale già nel 2012, ma nel 2015 il tool è stato rimosso da Google Play per non farvi più ritorno. In occasione della conferenza annuale GitHub Universe del 2019, però, era stato annunciato il ritorno delle app ufficiali per smartphone e altri dispositivi mobile sia su piattaforma iOS che Android.

GitHub mobile

Ora GitHub ha annunciato che la versione beta della nuova app mobile è disponibile su Android, e gli sviluppatori interessati possono richiedere di partecipare al betatesting sul sito Web GitHub for mobile. Il controllo versione sul piccolo schermo funziona ovviamente in maniera diversa rispetto al display di un computer, e GitHub promette di adattare gli strumenti disponibili sulla piattaforma così da sfruttare al meglio il form factor di dimensioni ridotte.

Disponibile per un numero limitato di sviluppatori, la app Android (beta) ufficiale di GitHub permette dunque di navigare attraverso gli archivi di codice dei vari progetti open source ospitati dalla piattaforma, condividere i feedback nelle discussioni, effettuare ricerche e accedere ad altre funzionalità ma solo se si è parte di una richiesta di merge del codice.

PCProfessionale © riproduzione riservata.