I Play Videogame

In viaggio tra i videogiochi dagli anni ’70 ai giorni nostri. Dal 13 Novembre al 19 Dicembre 2010 a Venezia Mestre.
1È il 1947 quando i due fisici statunitensi Thomas T. Goldsmith Jr. e Estle Ray Mann hanno l’idea di creare un semplice gioco elettronico ispirato ai display dei radar usati nella Seconda Guerra Mondiale: nasce così il Cathodic-Ray Tube Amusement Device, il primo video gioco, che non ha però fortuna e bisognerà  aspettare gli anni ’70  per la sua affermazione e diffusione su larga scala.
Parte da qui la lunga strada dei videogame che sarà  ripercorsa nei suoi momenti principali nella mostra in programma al Centro Culturale Candiani  – dal 13 Novembre al 19 Dicembre nell’ambito dell’iniziativa I Play Videogame – a cura di Elisabetta Da Lio, Paolo Giacomello in collaborazione con Alessandro Conardi, Arianna Doria e Paola Maccaboni realizzata grazie alla preziosa collaborazione dell’Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna, Nintendo e Sony Computer Entertainment Italia.
Dagli anni ’70, appunto, l’era dell’Atari, agli anni ‘80, quando i videogiochi entrano ormai nelle case con le console domestiche come il Commodore 64 fino ad oggi, con la PlayStation 3 e la Xbox 360, che non sono più delle semplici postazioni videoludiche, ma apparecchi multimediali con prestazioni ad alta definizione. Si rivivranno, perché in mostra si potrà  anche giocare con le storiche console, le imprese dei mitici eroi del computer come Super Mario o Lara Croft e Jill Valentine che, oltre ad aver avvicinato il pubblico femminile al videogame sono diventate delle vere icone e protagoniste di film.
Il mondo dei videogiochi fa insomma parte della vita quotidiana in modo sempre più interattivo e ampio, tanto da sconfinare in ambiti solo apparentemente estranei come la Wii che, uscita nel 2006, diventa un caso mediatico e trova applicazioni non solo in ambito ricreativo, ma anche educativo e nel campo della riabilitazione medica.
Tutto quindi lascia intendere che per questo “strumento”- cui va decisamente riconosciuto un ruolo di eccezionale importanza sia economica, con fatturati da capogiro, che culturale e sociale – la strada da percorrere sarà  ancora lunga, affascinante,  verso mete sempre più  incredibili.
La mostra sarà  inaugurata venerdì 12 novembre alle ore 19.00.
Centro Culturale Candiani
Sala espositiva II piano
Orario: da Lunedì a Venerdì 15.30 – 19.30
Sabato e festivi 10.30 – 12.30 e 15.30 – 19.30
Ingresso libero

PCProfessionale © riproduzione riservata.