DOOM Eternal

DOOM Eternal gira sul frigorifero smart grazie al cloud

Un utente di Instagram ha condotto un piccolo esperimento ludico, “portando” la app ufficiale di Xbox per Android sul suo frigorifero smart. Il risultato: è possibile “giocare” a DOOM Eternal anche sul display dietro cui si nascondono bevande e alimenti al fresco.

In genere, un frigorifero è utile a custodire quegli alimenti che necessitano di basse temperature per non deperire troppo velocemente. Con il trend moderno dei gadget intelligenti e della Internet delle Cose (IoT), invece, anche i frigoriferi acquisiscono capacità “smart” in precedenza disponibili solo su gadget mobile e sistemi informatici propriamente detti.

Questo nuovo trend dipende, come prevedibile, dal fatto che i frigoriferi e i dispositivi della IoT impiegano spesso un sistema operativo come Android (o varianti strettamente imparentate) per gestire le loro funzionalità smart. Anche il frigorifero interconnesso di Richard Mallard ha tale capacità, e l’utente di Instagram ha deciso di testarne i limiti con un esperimento insolito ma non certo senza precedenti.

Mallard ha in buona sostanza effettuato il sideloading della versione Android di Xbox Game Pass sul suo frigorifero Samsung, riuscendo quindi ad accedere ai giochi in streaming di xCloud disponibili sulla piattaforma. L’utente di Instagram ha scelto di mostrare DOOM Eternal, un titolo tecnologicamente molto avanzato ma che non necessita di particolari capacità di calcolo nella sua versione in streaming.

DOOM Eternal che gira sullo sportello di un frigorifero è un chiaro omaggio alla tendenza, oramai leggendaria, che sviluppatori e appassionati di tutto il mondo hanno ad adattare DOOM a qualsiasi tipo di hardware o dispositivo. In genere si tratta del primo DOOM, visti i ridotti requisiti tecnici necessari, ma la disponibilità di DOOM Eternal su Xbox Game Pass dopo l’acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft cambia tutto.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.