Sword of Xolan

Gioco della settimana: Sword of Xolan

Sword of Xolan racchiude, nel piccolo schermo di uno smartphone, tutta l’azione e la “pixel art” che si possono desiderare. Almeno finché dura.

Sword of Xolan è un gioco d’azione e piattaforme di stampo marcatamente fantasy, ambientato nel solito mondo infestato da creature malvage e focalizzato sull’avventura di un eroe solitario impegnato a salvare gli innocenti dal male di cui sopra. Tutto molto convenzionale, in effetti, ma la ricetta è ben “cucinata” e la sfida adeguata a passare qualche ora sul display dello smartphone.

Creato da un duo di sviluppatori che si sono divisi i compiti tra il design, la grafica e il comparto sonoro, Sword of Xolan segue i dettami della pixel art e include 30 livelli realizzati a mano. Alla fine dei tre atti in cui i suddetti livelli sono suddivisi ci sarà un boss da eliminare, mentre alla conclusione dell’avventura sarà possibile estendere ulteriormente l’esperienza con le prove a tempo.

Con il prosieguo dell’avventura, al giocatore verrà data la possibilità di sbloccare e migliorare le skill del protagonista “acquistando” (tramite le monete raccolte in-game) 10 carte-abilità; i controlli touch sono configurabili, ma nelle tante settimane che abbiamo dedicato al gioco non abbiamo trovato difetti di sorta nelle impostazioni di default. Supportati anche i controller “fisici” eventualmente connessi allo smartphone.

La versione Android di Sword of Xolan contiene annunci pubblicitari e offre acquisti in-app, ma nessuna delle due cose ci è sembrata particolarmente fastidiosa una volta capito come evitare la schermata di game over ogni x secondi. Tutto considerato, Sword of Xolan è una app videoludica (per Android e iOS) piuttosto ben fatta, bilanciata e utilissima per far passare i tempi morti quando stiamo aspettando l’autobus per raggiungere l’ufficio o la scuola.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.