GTA Chinatown Wars

La svolta adulta del Nintendo DS.

gta-packshot.jpgDopo Niko, immigrato dell’ex Jugoslavia, tocca a Huang, un giovane cinese ricco e viziato, arrivare nella famigerata Liberty City per vivere, suo malgrado, una lunga serie di mirabolanti avventure.
Il suo compito iniziale era soltanto quello di consegnare la spada di famiglia allo zio Kenny che avrebbe dovuto prendere il posto del padre di Huang per guidare le triadi cinesi in America. Una sorta di passaggio di consegne che però non va esattamente liscio come l’olio coinvolgendo il giovane cinese in una girandola di eventi che lo porteranno a diventare un criminale a tutti gli effetti.
In tale ottica il palmare in dotazione al protagonista assume un ruolo fondamentale diventando, di fatto, il centro nevralgico attraverso cui ricevere gli incarichi più disparati. È proprio grazie a questo utile dispositivo che il giocatore può anche gestire una sorta di sistema di e-mail interno al gioco, impostare percorsi grazie a un comodo Gps, mantenere contatti, acquistare armi su Internet oppure gestire il suo magazzino pieno di droga prima di rivolgersi agli spacciatori sul territorio.escorting-chan-2.jpg
Un’insieme di azioni, quindi, che già  ci fanno capire come il gioco riproponga gli stilemi visti nei precedenti capitoli riadattandoli in maniera intelligente alle prerogative della piccola console Nintendo. Non è un caso infatti che, accanto a tutte le missioni tradizionali, siano stati inseriti dei divertenti minigiochi da risolvere proprio utilizzando lo stilo in dotazione.
Per portare a compimento ogni affidatoci sarà  necessario anche confrontarsi con membri di gang rivali, piuttosto che con forze dell’ordine. Il sistema di combattimento riveste pertanto un ruolo centrale, grazie alla possibilità  di utilizzare un buon numero di armi di cui molte gestibili proprio attraverso il pennino. Senza dimenticare, poi, i folli inseguimenti e le fughe a bordo di auto rubate.
Il tutto funziona alla perfezione, senza problemi di sorta, in una perfetta riedizione tascabile delle meccaniche che hanno reso famosa questa serie in tutto il mondo.
fighting-fire.jpgInteressanti novità  anche sul versante multiplayer dove è possibile giocare tramite funzione DS Link (sono necessarie due console e due copie del gioco) o via Nintendo Wi-Fi.
Nel primo caso sarà  possibile accedere a tre nuove modalità  di gioco, mentre nel secondo sarà  solo possibile (tramite i codici amico) scambiarsi messaggi e oggetti piuttosto che upload are sul sito Rockstar Social Club le proprie statistiche sull’andamento del gioco.
La realizzazione grafica è pregevole, con una visuale 3D dall’altro alternata da slide in stile fumettistico che puntano l’attenzione sui volti dei personaggi.
Buon anche la colonna sonora e gli effetti di contorno.
GTA Chinatown Wars è al 100% un degno esponente della serie in tutti i suoi aspetti, oltre a una dimostrazione di stile e capacità  di programmazione non indifferente dal momento che il gioco riesce a sfruttare egregiamente tutte le funzionalità  della console portatile di Nintendo. Da provare.

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/JLvthwZCXWY" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

PCProfessionale © riproduzione riservata.