Logo Nintendo

Nintendo, un nuovo leak con prototipi e classici del passato

La casa nipponica ancora vittima di una fuoriuscita non autorizzata di dati e informazioni. Esposta un’enorme quantità di materiale tra prototipi, classici e progetti mai terminati.

In un leak forse connesso a quello già sperimentato a maggio, Nintendo deve ancora una volta fare i conti con una grave violazione del materiale riservato relativo ai suoi progetti videoludici. Il nuovo “Gigaleak” passa sempre per 4chan e riguarda i giochi classici più che quelli di epoca moderna.

Il materiale trafugato e pubblicato online include un vero e proprio tesoro di informazioni per appassionati, programmatori, sviluppatori di emulatori ed esperti di reverse engineering. La lista comprende archivi “completi” dello sviluppo di svariati giochi per Game Boy, il codice sorgente di Star Fox, Star Fox 2 e The Legend of Zelda (A Link to the Past), prototipi, test, backup e altro ancora.

Come già nel recente passato, l’origine del nuovo leak potrebbe essere BroadOn, società che ha collaborato con Nintendo nell’era di Wii e i cui server sarebbero stati compromessi da ignoti hacker. Tra i materiali più bizzarri fin qui emersi c’è un gioco online (MMO) di Pokemon che avrebbe richiesto il collegamento della console Game Boy Advance al PC, un progetto evidentemente finito nel dimenticatoio e mai arrivato sul mercato.

Per cosa potrà essere utile questo tesoro di dati videoludici finito in mano al pubblico? L’analisi dei sorgenti originali permetterà certamente di migliorare il comportamento e la fedeltà degli emulatori per le console Nintendo, e questa volta la corporation potrà fare ben poco per eliminare completamente ogni traccia del materiale “rubato” da tutti i server e forum di Internet.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.