Star Citizen

Star Citizen, i finanziamenti arrivano a 250 milioni di dollari

Uno dei giochi più chiacchierati degli ultimi anni raggiunge e supera l’ennesimo traguardo finanziario: Star Citizen può vantare oltre $250 milioni di fondi ma non ha ancora una data di distribuzione definitiva.

Star Citizen è l’ultimo progetto nato dall’iniziativa di Chris Roberts, storico designer e produttore noto per aver dato i natali (ai tempi di Origin Systems) a una saga classica come Wing Commander. Lo sviluppo del gioco è cominciato nel 2011 ed è in buona parte basato sui fondi raccolti dagli utenti tramite crowdfunding. E i fondi, in effetti, continuano a fluire copiosi nonostante lo stato perennemente in “alpha” del progetto.

In rispetto della tradizione di Wing Commander, anche Star Citizen è una simulazione di combattimenti spaziali che, per restare al passo coi tempi, espande significativamente le proprie ambizioni proponendo un intero universo (ovviamente “vivo” e attivo in Internet) in cui i giocatori possono guerreggiare, commerciale e fare molto altro ancora. Prevista anche una campagna single player chiamata Squadron 42, un gioco indipendente ma ambientato nello stesso universo di Star Citizen.

In questi anni l’ultimo progetto di Chris Roberts ha fatto incetta di critiche, visto che la distribuzione della versione “definitiva” del gioco sarebbe dovuta avvenire nel 2014 ed è invece tutt’ora in alto mare. Gli utenti interessati possono in realtà già accedere al mondo in divenire di Star Citizen, basta acquistare uno dei vascelli virtuali disponibili e cominciare a esplorare.

I giocatori hanno fin qui dimostrato di apprezzare il lavoro di Cloud Imperium Games raggiungendo e superando i 250 milioni di dollari di “donazioni”. Le astronavi possono arrivare a costare anche migliaia di dollari, e nel recente passato c’è stato chi è arrivato a intentare una causa legale contro gli sviluppatori per riavere i suoi soldi indietro.

Nulla, in ogni caso, sembra essere sufficiente a mettere in crisi le prospettive commerciali di Star Citizen: il nuovo simulatore spaziale continuerà a essere in stato di alpha ancora per un (bel?) po’, e i fan più sfegatati non avranno problemi ad alimentare ulteriormente le ambizioni (virtuali) di Chris Roberts con i loro soldi (reali).

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.