AMD Ryzen Threadripper

Anteprima: AMD Ryzen Threadripper 2990WX e 2950X

I nuovi processori AMD per il segmento HEDT sono basati sulla microarchitettura Zen+ e offrono fino a un massimo di 32 core di calcolo.

Lo scorso anno e dopo un lungo periodo di letargo, l’introduzione della microarchitettura AMD Zen ha riacceso la competizione con Intel sul terreno dei processori desktop. L’arrivo dei processori Ryzen Threadripper è stato dirompente e ha sorpreso un po’ tutti: da un lato ha rimescolato le carte nel segmento HEDT (high end desktop) e dall’altro ha riaperto il dibattito generale sul numero di core che può essere considerato “giusto” per un processore.

ANTEPRIMA DELLA PROVA CHE TROVERETE

SUL NUMERO 331 (OTTOBRE 2018) DI PC PROFESSIONALE

La seconda generazione di Ryzen Threadipper

A un anno di distanza dal debutto della prima generazione di Ryzen Threadripper, AMD ha rinnovato la propria offerta aumentando la posta in gioco. I nuovi modelli aggrediscono il mercato su due fronti: da un lato, grazie all’impiego della rinnovata microarchitettura Zen+ realizzata con tecnologia produttiva a 12 nanometri, sono cresciute le prestazioni dei singoli core (circa il 3% di IPC in più), sono aumentate le frequenze operative e sono calati i costumi. Dall’altro è stata ampliata l’offerta che sarà composta da quattro modelli: le versioni 2920X e 2950X sono un’evoluzione di quelle precedenti, aggiornate con la nuova microarchitettura; le versioni 2970WX e 2990WX incrementano il numero delle unità di calcolo, rispettivamente 24 e 32 core fisici, e sono indirizzate agli utenti di fascia più alta e ai professionisti.

AMD Ryzen Threadripper 2990WX
Il processore Ryzen Threadripper 2990WX con 32 fisici ha le stesse dimensioni e lo stesso package degli altri modelli Threadripper di prima e seconda generazione.

Il prezzo dei nuovi 2920X e 2950X è inferiore ai 1.000 euro e ciò li rende molto appetibili per quanto riguarda il rapporto tra costo e prestazioni. Il modello top di gamma si avvicina alla soglia dei 2.000 euro, ma sebbene questo valore possa sembrare molto alto, dobbiamo anche ricordare che a questa cifra non troverete nessun altra soluzione con un numero di core così elevato. Va anche ricordato che il processore 2990WX non è un prodotto per tutti: in questo caso non ci riferiamo al costo, bensì alle caratteristiche hardware che possono essere sfruttate in modo profittevole solo con applicazioni ottimizzate per il multi threading avanzato.

Caratteristiche e architettura

La seconda generazione di processori Threadripper, al pari di quella Ryzen di classe consumer, poggia le sue fondamenta sulla microarchitettura Zen+. Questa è così simile a quella Zen di prima generazione che le due soluzioni possono essere considerate identiche a livello funzionale; tuttavia una differenza importante c’è e risiede nel processo produttivo: 12LP per la microarchitettura Zen+ e 14LPP per quella Zen. Sulla carta il processo litografico 12LP permette di ottenere maggiori prestazioni a parità di consumo o minori consumi a parità di frequenza operativa.

Grazie all’impiego del socket sTR4 sul mercato dallo scorso anno, gli utenti che dispongono di una piattaforma con chipset X399 possono adottare i nuovi modelli 2920X e 2950X una volta aggiornato il bios; nel caso dei modelli 2970WX e 2990WX è necessario verificare che il produttore abbia certificato la compatibilità del circuito di alimentazione con i modelli a 24 e 32 che hanno un consumo energetico superiore a quello dei modelli di fascia inferiore.

Caratteristiche
Modello2990WX2970WX2950X2920X
SocketsTR4sTR4sTR4sTR4
ArchitetturaZen+Zen+Zen+Zen+
Tecnologia produttiva (nm)12LP12LP12LP12LP
Numero di transistor (milioni)192001920096009600
Dimensione del die (mm2)852 (213 x 4)852 (213 x 4)426 (213 x 2)426 (213 x 2)
Core / Thread32 / 6424 / 4816 / 3212 / 24
Frequenza base (MHz)3000300035003500
Frequenza XFR (numero core) (MHz)4200420044004300
Cache L1 (Kbyte)3.072 (32 x 96 Kbyte)2.304 (24 x 96 Kbyte)1.536 (16 x 96 Kbyte)1.152 (12 x 96 Kbyte)
Cache L2 (Mbyte)16 (32 x 512 Kbyte)12 (24 x 512 Kbyte)8 (16 x 512 Kbyte)6 (12 x 512 Kbyte)
Cache L3 (Mbyte)64 (8 x 8 Mbyte)64 (8 x 8 Mbyte)64 (8 x 8 Mbyte)64 (8 x 8 Mbyte)
Controller di memoriaDdr4Ddr4Ddr4Ddr4
Canali di memoria4444
Frequenza memoria (MHz)fino a 2.933fino a 2.933fino a 2.933fino a 2.933
Linee Pci Express64646464
Tdp (watt)250250180180
Moltiplicatori sbloccati
AMD PurePower
AMD Precision BoostSì / Gen 2Sì / Gen 2Sì / Gen 2Sì / Gen 2
AMD XFRSì / Gen 2Sì / Gen 2Sì / Gen 2Sì / Gen 2
AMD Neural Net Prediction
AMD Smart Prefetch
AMD StoreMI

Il punto di partenza dell’architettura che AMD utilizza sia nei processori Ryzen sia in quelli Ryzen Threadripper è il modulo CCX. All’interno di ogni modulo CCX sono presenti quattro core di calcolo con microarchitettura Zen+, assemblati tra loro in un unico gruppo, e una cache di terzo livello (L3). Due moduli CCX sono quindi assemblati in un unico die. I processori Ryzen di classe desktop utilizzano un singolo die mentre quelli Ryzen Threadripper utilizzano da due a quattro die in un singolo package.

Ryzen Threadripper 2950X

Il Ryzen Threadripper 2950X utilizza due die e nel complesso il processore integra quindi 16 core di calcolo, supporta l’esecuzione di un massimo di 32 thread in simultanea, implementa un accesso alla memoria di sistema a quattro canali e dispone di 64 linee Pci Express; queste ultime sono utilizzate per comunicare con il chipset, con il comparto grafico, con dischi Ssd conformi allo standard NVMe e con altre periferiche connesse al bus Pci Express.

Topologia Ryzen Threadripper 2950X
Nei processori Ryzen Threadripper 2950X e 2920X, così come nei modelli di prima generazione, sono presenti due die. Ciascuno di questi integra un controller di memoria a doppio canale e un controller Pci Express a 32 linee. I due die sono connessi tra loro per mezzo dell’Infinity Fabric in modo che le risorse complessive siano accessibili da tutti i core in modo indipendente dalla loro posizione fisica all’interno del processore.

AMD Ryzen Threadripper 2950X
Euro 910

PRO Ideale per desktop di fascia alta / Adatto a ogni tipo di applicazione dal lavoro al gioco

CONTRO Incremento di prestazioni limitato rispetto al modello equivalente di generazione precedente

Ryzen Threadripper 2990WX

Il Ryzen Threadripper 2990WX è un modello che può essere considerato a tutti gli effetti come un processore workstation pensato per la creazione di contenuti e al suo interno racchiude ben quattro die. Due di questi – denominati IO Die – dispongono di un controller di memoria a due canali e di un controller Pci Express a 32 linee. Gli altri due die – denominati Compute Die – hanno il controller di memoria e quello Pci Express disattivati e si affidano agli altri die per accedere alle risorse di memoria o a quelle Pci Express attraverso connessioni Infinity Fabric.

Topologia Ryzen Threadripper 2990WX
Nei processori Ryzen Threadripper 2990WX e 2970WX sono presenti quattro die. Solo due di questi integrano un controller di memoria a doppio canale e un controller Pci Express a 32 linee. I quattro die sono connessi tra loro per mezzo dell’Infinity Fabric in modo che le risorse complessive siano accessibili da tutti i core in modo indipendente dalla loro posizione fisica all’interno del processore. I core dei die senza connessioni dirette alla memoria presentano una maggiore latenza di accesso rispetto a quelli più vicini ai controller di memoria.

AMD Ryzen Threadripper 2990WX
Euro 1.895

PRO Ideale per applicazioni ottimizzate per il multi thread / Die disattivatili per modulare la potenza di calcolo e le prestazioni in base al tipo di applicazione

CONTRO Con applicazioni non ottimizzate le prestazioni possono essere deludenti

Un assaggio delle prestazioni

Le prove hanno evidenziato la grande differenza tra i processori Ryzen Threadripper di classe WX e X. Il modello top di gamma 2990WX si è distinto solo con le applicazioni professionali in grado di sfruttare appieno la presenza di tanti core di calcolo; con le applicazioni di produttività di stampo classico i risultati sono stati sensibilmente inferiori a quelli fatti segnare dal modello 2950X. Questo si presta meglio all’utenza consumer anche evoluta che utilizza software che risponde meglio alla disponibilità di una maggiore frequenza operativa piuttosto che di core.
Questi elementi sono da tenere non presenti se state valutando l’acquisto di una piattaforma Ryzen Threadripper: optate per i modelli WX solo se il software in vostro possesso è in grado di sfruttarli; in caso contrario otterrete maggiori prestazioni con i modelli X e risparmierete anche parecchio denaro che potrete spendere in altri componenti hardware.

Ryzen Threadripper BAPCo SYSmark 2018
I risultati della suite BAPCo SYSmark 2018 mostrano che il Ryzen Threadripper 2950X è più equilibrato e veloce con applicazioni di produttività e creatività di largo consumo.
Ryzen Threadripper Geekbench
Il test Geekbench ha fatto rilevare prestazioni maggiori con tutti i processori Ryzen Threadripper fino a 16 core contro il modello top di gamma a 32 core.
Ryzen Threadripper Cinebench
Nel test Cinebench R15 basato sul motore di rendering Cinema 4D mette in evidenza tutte le potenzialità del Ryzen Threadripper 2990WX a 32 core quando si utilizzano applicazioni altamente ottimizzate per piattaforme multi threadring.
PCProfessionale © riproduzione riservata.