Tra i numerosi monitor prodotti da Samsung è presente la famiglia CHG70, composta da due tagli grandi 27 e 31,5 pollici, pensata per i gamer che vogliono vedere al meglio le scene dei giochi preferiti, anche quelle dei più recenti con l’Hdr. Il display C32HG70 ha diagonale di 31,5 pollici, rapporto d’aspetto 16:9, raggio di curvatura 1.800 millimetri, risoluzione di 2.560 x 1.440 pixel e refresh che arriva fino a 144 Hz. Il pannello Lcd è un Va (vertical aligment) illuminato da led blu Flicker Free e quantum dot (tecnologia Qled), mentre l’elettronica è compatibile con i flussi video Hdr (standard Hdr-10) dei giochi più recenti e con FreeSync 2, la tecnologia di AMD per sincronizzare in maniera dinamica il refresh dello schermo con la cadenza dei fotogrammi generati dalla scheda video (di AMD). Ogni display HG70 è fornito con un report di calibrazione individuale.

Samsung C32HG70

Il display ha una cornice nera di 13 millimetri e anche il resto delle superfici è in plastica nera opaca, impreziosita da una fascia color argento che corre lungo i lati. Sotto il bordo inferiore a destra ci sono tre pulsanti per attivare altrettanti preset personalizzabili per i giochi. Il retro è un guscio in plastica con un coperchio per chiudere la cavità per le prese; sempre dietro, nell’angolo inferiore destro, si trova un joystick per il menu Osd.

Samsung C32HG70
Intorno all’aggancio tra il monitor e il braccio articolato della base è presente un anello di luce blu.

Intorno al raccordo con il gambo della base è visibile un anello di luce blu, che può essere spento. Le prese sono due Hdmi 2.0, una Displayport 1.4, tre mini jack per le cuffie, l’ingresso e l’uscita del microfono. Completa la dotazione un hub Usb 3.0 ma con solo due porte downstream. La base è a Y, dal cui centro parte un gambo costituito da due sottili cilindri articolati, che permettono la rotazione, l’inclinazione, il pivot e la variazione di 14,5 cm dell’altezza. Il sistema a braccio articolato è originale ma occupa molto spazio sul tavolo di appoggio.

Samsung C32HG70
La base è costituita da un braccio articolato con due segmenti, una soluzione costruttiva che occupa molto spazio in profondità.

Il menu Osd propone parametri importanti per i giocatori, come il refresh e l’overdrive dei cristalli liquidi. I preset cromatici sono sRgb, Cinema e Lum. Elevata, a cui si aggiungono quelli specifici per i giochi: Fps con più luminosità nelle zone scure, Rts con più colore e più contrasto, Rpg pensato per esaltare la visibilità delle scene in grafica 3D e dei messaggi, Aos più contrasto. Sono disponibili anche le funzioni Equalizzazione nero per illuminare le zone molto scure, l’overdrive su tre livelli, la temperatura colore, il gamma ed Eco Plus per diminuire il consumo elettrico. È attivabile anche un filtro per ridurre la luce blu, certificato Tuv.

Samsung C32HG70
Il gamut del monitor di Samsung è più ampio dello spazio colore sRgb, in particolar modo sul verde. Anche il rosso è un po’ troppo saturo, mentre il blu è lievemente spostato verso il verde.

Già prima della calibrazione, con il preset sRgb i colori appaiono molto ricchi e saturi, con un buon bilanciamento globale. Lum. Elevata è sì molto luminoso ma spinge molto anche la saturazione, mentre Cinema è deludente perché mostra colori non molto naturali, soprattutto gli incarnati, troppo rossi. Equalizzatore nero crea artefatti cromatici nelle basse luci e va usato solo con i giochi più bui. Buone notizie per quanto riguarda le scie: sono quasi inesistenti e migliorano solo leggermente attivando l’overdrive, che però di contro riduce in maniera sensibile la luminosità dello schermo, quindi va usato solo se è proprio necessario.
Dopo la calibrazione si nota una leggera variazione della temperatura colore, che prima tendeva al caldo. Il gamut è abbastanza vicino al riferimento sRgb, con il verde un po’ oltre, il rosso un filo troppo carico e il blu leggermente spostato verso il verde.

Samsung C32HG70
La luminanza è molto uniforme attraverso lo schermo, si arriva a una differenza massima del 9% nella zona superiore, un valore quasi impossibile da percepire nell’uso normale.
Samsung C32HG70
La fedeltà cromatica delle zone dello schermo è buona, con il E peggiore che arriva solo a 3,9. La parte centrale del display è perfetta.

Samsung presenta questo monitor pronto per l’Hdr e dichiara una luminosità di punta di 600 cd/m2. Siamo ancora lontani dalle 1.000 cd/m2 delle Tv Lcd Hdr, ma comunque è una luminanza notevole per un monitor. Per verificare questa caratteristica abbiamo usato Mass Effect: Andromeda e scelto il preset Lum. Elevata, con l’overdrive su Standard. Effettivamente le scene del gioco che contengono sorgenti luminose molto intense come il sole e le lampade appaiono più realistiche e coinvolgenti, con una forte luminosità solo dove serve. Lum. Elevata funziona bene anche con i film, ma solo dopo aver generato un profilo di calibrazione ad hoc, così da avere colori corretti anche con questo preset che sfrutta al 100% la luminosità del monitor. Il preset non è adatto per i programmi generici come Office, ma con i giochi e con i film fa la sua figura. Con la sonda abbiamo misurato la luminanza massima al centro dello schermo con i preset sRgb e Lum. Elevata: con il primo e con la luminosità al 60% per un uso normale si hanno 209,2 cd/m2, che saLGono a 341,53 cd/m2 con la luminosità al 100%. Con il preset Lum. Elevata prima della calibrazione si ottengono 407,25 cd/m2, mentre dopo la calibrazione il valore scende a 371,82 cd/m2.

PRO Ottimi colori / Luminosità molto elevata, quasi Hdr / Molti preset per i giochi / FreeSync 2

CONTRO La luminanza in Hdr non raggiunge quella delle Tv Hdr / La variazione dell’altezza comporta uno spostamento dello schermo in profondità / Base molto grande e profonda

Torna alla comparativa

RASSEGNA PANORAMICA
VOTO
CONDIVIDI
Giornalista con background in Ingegneria Aerospaziale. Appassionato di tecnologia, fotografia e viaggi nelle terre fredde.