RUB LIBRI PC PROFESSIONALE

Data storytelling. Impara a trasformare le tue analisi in una narrazione comprensibile da chiunque

Dati, interpretazioni, analisi, numeri e informazioni. La conoscenza è fatta di tutti questi (e di molti altri) elementi. Però per raccontare quei numeri e quelle analisi, per renderli cioè fruibili e utili agli altri non basta fare un elenco. Serve altro.  

Data storytelling. Impara a trasformare le tue analisi in una narrazione comprensibile da chiunque
Titolo: Data storytelling. Impara a trasformare le tue analisi in una narrazione comprensibile da chiunque / Autore: Fabio Piccigallo / Editore: Dario Flaccovio / Pagine: 328 / Prezzo: 29 euro

È necessario, ad esempio, poter contare su delle capacità narrative. Si parla spesso (abusandone) di storytelling, ma in questo caso non è un termine campato in aria. Data storytelling nelle sue oltre trecento pagine fa proprio questo: fornisce al lettore gli strumenti per trasformare un’analisi in una narrazione comprensibile da chiunque. I dati sono ovunque, ma saper essere in grado di spiegarli e narrarli è una vera e propria forma d’arte, che richiede competenze eclettiche e non comuni. Ad esempio bisogna pensare con la testa degli altri, di coloro che saranno i destinatari di quelle informazioni. 

E poi occorre saper scegliere i dati giusti e rappresentarli in modo che i segnali significativi emergano dal rumore di fondo. Infine, è necessario organizzare tutte le informazioni in modo che insieme raccontino una storia coerente, visualizzata in modo corretto e comprensibile a tutti. Pur rivolgendosi al mondo del web marketing e del digital advertising l’autore ha inserito nel volume anche esempi tratti da altri ambiti, per dimostrare come la data visualization sia una scienza trasversale che permea il lavoro e la vita quotidiana di noi tutti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Nato a Roma il 3 giugno del 1981. Giornalista dal 2011, scrive prevalentemente di nuove tecnologie, sport, cultura, fumetti e attualità per la radio, la carta stampata e il web. Nel 2008 pubblica, per la casa editrice Tunué, Politicomics un saggio sul rapporto tra comunicazione politica e fumetti.