Leggero, compatto e perfettamente autonomo grazie alla batteria e al lettore di schede micro SD su cui memorizzare le scansioni appena eseguite: queste, in sintesi, le caratteriste essenziali di IRIScan Anywhere 5, il nuovo prodotto di IRIS dedicato alla digitalizzazione documentale. Disponibile in due modelli che si differenziano unicamente per la connettività , solo cablata Usb nella versione base e Wi-Fi in quella superiore, l’IRIScan Anywhere 5 è un campione di leggerezza (appena 330 grammi) che si trasporta facilmente nella custodia morbida in dotazione e si utilizza con estrema facilità .

I due modelli sono facilmente identificabili a colpo d’occhio: l’IRIScan Anywhere 5 Usb è commercializzato in tre colori (bianco, rosso, turchese) mentre la versione Wi-Fi è disponibile solo nella colorazione nera. Innanzitutto occorre rimarcare l’aspetto fondamentale dello scanner, ovvero la totale indipendenza: l’apparecchio è equipaggiato con un display a colori da 1,44 pollici, un set di controlli e uno slot per memorie flash che consentono di effettuare l’intero processo di scansione e memorizzazione, fino ad un massimo di circa 100 operazione per ciclo di carica della batteria.

iriscan_anywhere_5_red-2

La porta Usb serve per la ricarica e per il trasferimento dei file acquisiti al computer per archiviazione, eventuali elaborazioni o editing; in sostanza, lo scanner non è in alcun modo pilotabile direttamente da Pc poiché non viene rilevato come periferica ma bensì come memoria di massa esterna. Analogamente, anche il modulo Wi-Fi della versione superiore è sfruttabile unicamente per il trasferimento di file in modalità  wireless. Inserita la micro SD da 4Gb in dotazione nello slot posteriore, è sufficiente collegare il cavo Usb ad un desktop, notebook o a un qualsiasi alimentatore esterno e attendere circa 1,5 per ottenere un’autonomia sufficiente per almeno 100 scansioni; l’apparecchio è comunque già  utilizzabile anche durate la ricarica.

Tutto è improntato all’immediatezza e alla massima facilità , al punto che non è nemmeno necessario ricorrere al manuale d’uso: il pad a cinque posizioni sul pannello superiore consente di impostare rapidamente i parametri fondamentali, visualizzati sul display a fianco che mostra anche l’anteprima delle immagini acquisite. Le opzioni si riducono essenzialmente alla scelta del formato di output (Jpeg o Pdf), alla risoluzione (300, 600, 1.200 ppi) e alla modalità  (colore o monocromatico): effettuate le impostazioni è sufficiente inserire il documento nello slot frontale allineandolo al margine sinistro e attendere il tempo necessario per l’acquisizione automatica. Le prestazioni dichiarate sono di 12 ppm a 300/600 ppi e 8 ppm a 1.200 ppi con originali A4 a colori, ma ovviamente la produttività  reale dipende soprattutto dalla velocità  dell’utente nell’alimentare manualmente in sequenza i rulli di presa.

A titolo di esempio, per un documento di 10 pagine A4 acquisite a 300 dpi con output in Pdf e anteprima attiva abbiamo impiegato complessivamente un minuto e 50 secondi, mentre originali singoli A4 catturati in Pdf a 300, 600 e 1.200 ppi hanno richiesto dai sei ai sette secondi ciascuno; i tempi si sono mantenuti invariati anche nella scansione di foto A4 salvate in Jpeg.

Il trascinamento si è dimostrato impeccabile con tutti i tipi di supporti, dai sottili scontrini fiscali su carta chimica alle varie tipologie di biglietti da visita e carte di credito o badge aziendali, e la maggior parte delle scansioni è risultata correttamente allineata; sul piano qualitativo il giudizio complessivo è positivo tanto nella capacità  di cattura dei dettagli quando nella resa cromatica, con l’unico appunto di un eccesso di contrasto in alcune delle foto di riferimento. La dotazione dello scanner include una suite software di buon livello − per valore commerciale di circa 200 euro − scaricabile dal sito IRIS, costituita da Readiris Pro 15 per Ocr e l’editing delle immagini, Cardiris 5.7 per l’acquisizione e l’archiviazione dei biglietti da visita e Iriscompressor Pro, utility per la creazione di Pdf indicizzati ad elevata compressione, con dimensioni fino a 50 volte inferiori al file di partenza ma senza alterazioni della qualità  dell’immagine.

Caratteristiche tecniche

Tipo di scanner: portatile a rullo di trascinamento e alimentazione singola
Sensore immagine: Cis
Risoluzione: 300 / 600 / 1.200 ppi
Velocità  di scansione: 12 ppm 300 / 600 ppi, 8 ppm 1.200 ppi (A4 a colori)
Formato carta massimo: A4 • Interfaccia: Usb 2.0
Display: sì, schermo da 1,44″ a colori
Batteria / autonomia: ioni di litio (1.200 mAh), ricarica in 90 minuti / 100 scansioni
Dimensioni (L x A x P): 275 x 35 x 44 mm
Peso: 330 g

 

IRIScan Anywhere 5

VOTO 7,5

Euro 129 Iva inclusa (euro 149 versione Wi-Fi)

+ PRO
Peso e dimensioni minimi
Utilizzo completamente autonomo
Dotazione software

– CONTRO
Scansioni fotografiche talvolta più sature e contrastate dell’ottimale
Non pilotabile direttamente da computer

Produttore: IRIS

CONDIVIDI