Test: Amd e Ocz, insieme per gli Ssd Radeon R7

Da poco il marchio Radeon identifica anche i dischi consigliati da Amd per le proprie piattaforme

La strategia per i prodotti desktop adottata da Amd nel corso degli ultimi anni ha avuto tra i suoi obiettivi quello di individuare partner strategici con i quali sviluppare un progetto volto a ottimizzare e certificare una serie di componenti hardware. Attraverso l’utilizzo del brand Radeon, l’utente è in grado di identificare in modo immediato i prodotti certificati per operare con le piattaforme Amd e allo stesso tempo dotati di buone caratteristiche tecniche e di buone prestazioni.

amd radeon 01

Il messaggio, indirizzato soprattutto agli utenti meno esperti, è che combinando tra loro prodotti appartenenti alla serie Radeon si ottiene un sistema di buone prestazioni, senza doversi preoccupare di analizzare nel dettaglio le specifiche dei singoli pezzi.

Il marchio Radeon è nato con i prodotti grafici e nel 2011 è stato esteso a kit di memoria certificati per le piattaforme Amd dopo un primo accordo stretto con Patriot; ora i kit di memoria Amd Radeon – Gamer, Performance, Entertainment e Value – sono prodotti in collaborazione con Dataram. Quest’anno, a seguito dell’accordo con Ocz, debutta la linea di dischi allo stato solido Radeon R7 SSD; si tratta di una prima famiglia di prodotti, disponibili in tre tagli di capacità , indirizzati ai videogiocatori che utilizzano sistemi sia desktop sia mobili. In questo modo Amd può proporre un ecosistema di componenti selezionati – scheda madre esclusa – che comprendono processori (Cpu e Apu), schede grafiche per tutte le fasce di prezzo e prestazioni, memorie e dischi allo stato solido.

➜ Continua a leggere: Ssd Radeon R7

PCProfessionale © riproduzione riservata.