Test: scanner Fujitsu ScanSnap iX500

Erede dello storico ScanSnap S1500, il nuovo iX500 ha una meccanica di caricamento dei fogli rinnovata, un modulo Wi-Fi che agevola l’interazione con smartphone e tablet e una dotazione software arricchita. L’acquisizione è eseguita da una coppia di sensori Cis da 600 x 1.200 ppi. Potenziata l’architettura hardware, con Cpu dual core e processore GI dedicato all’elaborazione delle immagini: la velocità  di scansione, ora, tocca quota 25 ppm a 300 ppi a colori e in scala di grigio oppure 7 ppm a 600 ppi (a colori e in scala di grigio) e 1.200 ppi in monocromatico alla massima risoluzione, anche in duplex a singolo passaggio.

Fujitsu-ScanSnap-iX500_1

Il vassoio d’alimentazione agisce da interruttore on/off e accetta fino a 50 fogli di grammatura compresa tra 40 e 209 g/ mq, con larghezza tra 50,8 mm e 216 mm e lunghezza tra 50,8 mm e 360 mm. Pagine lunghe fino a 863 mm possono essere acquisite premendo per più di 3 secondi il pulsante di scansione frontale.

Come gli altri dispositivi di acquisizione Fujitsu, anche l’iX500 non dispone di un driver Twain. Questa mancanza è compensata dall’ottimo software per Windows e Mac, che include ScanSnap Manager 6.0 e Organizer 5.0 per scandire, visualizzare e organizzare i file acquisiti; CardMinder 5.0 per la scansione e la gestione dei biglietti da visita; Abbyy FineReader per ScanSnap 5.0 – una versione personalizzata di FineReader 11 e, solo per l’ambiente Windows, Acrobat XI Standard. Trovate la prova completa dello scanner sul numero 267 (mese di giugno 2013) della rivista.

Euro 608,78 Iva inclusa
Produttore: Fujitsu, www.fujitsu.com/it

PCProfessionale © riproduzione riservata.