Satellite A300, qualità Toshiba a costo contenuto

Un notebook consumer di fascia media molto equilibrato, con prestazioni più che buone e un chip grafico di ATI che dà una marcia in più....

nb-toshiba-1.jpg

La serie Satellite A300 rappresenta l’offerta entry-level di Toshiba per quanto riguarda i notebook consumer. All’interno di essa sono presenti numerosi modelli, alcuni dei quali offerti a prezzi molto competitivi. Per fare un esempio, una configurazione di media fascia viene venduto a poco meno di 700 Euro Iva inclusa. Si tratta di notebook con architettura Intel, dotati di processori Core 2 Duo (e non Celeron) e soprattutto di un chip grafico ATI Mobility Radeon HD 3470, che permette anche l’utilizzo con i giochi 3D.

La configurazione provata è di fascia alta e utilizza componenti piuttosto pregiati, a partire dal tipo di Cpu. Si tratta di un notebook molto equilibrato, capace di affrontare qualsiasi tipo di applicazione per svago o per lavoro, con dettagli molto curati e tecniche costruttive di qualità. Non ultimo, l’estetica è molto gradevole e le finiture sono di pregio. Questo Satellite A300 mostra in gran parte una finitura in nero lucido, tasti compresi, con elementi grigio scuro che alleggeriscono un po’ l’insieme. È molto elegante ma tende a far risaltare le impronte lasciate dalle dita. Le plastiche utilizzate appaiono sufficientemente robuste; il peso di 2,8 kg non è proprio contenuto, ma considerando la ricchezza delle funzionalità presenti e il prezzo di listino, ci sembra un compromesso accettabile.

nb-toshiba-3.jpg
Il notebook è certificato Centrino ed è basato sul chipset Intel PM45, vale a dire l’ultima generazione disponibile. Come processore è stato scelto un Core 2 Duo P8400 funzionante a 2,26 GHz. Utilizza un core Penryn a 45 nanometri e dispone di 3 Mbyte di cache L2; il Fsb (Front Side Bus) è a 1.066 MHz. Anche in questo caso siamo di fronte a un componente di ultima generazione, molto diffuso e apprezzato per via del rapporto prezzo/prestazioni e per il consumo elettrico contenuto. Il Satellite A300 utilizza memoria Ddr-2 Pc2-6400, precisamente 3 Gbyte suddivisi in due moduli da 1 e da 2 Gbyte.
nb-toshiba-prest.pngNon c’è posto dunque per un eventuale upgrade, a meno di rimuovere uno dei due moduli. Il massimo quantitativo installabile (teorico, più che altro) è di 8 Gbyte. Il chip grafico Mobility Radeon HD3470 è una soluzione di fascia media di AMD, collocandosi tra la serie HD2000 e tra la più recente HD4000. Utilizza 256 Mbyte di memoria Gddr2 dedicata, su un bus a 500 MHz. Supporta le librerie DirectX 10.1 e OpenGL 2.0 ed è dotato della tecnologia di risparmio energetico PowerPlay 7.  Non è veloce come la serie HD3800 con i giochi, ma può offrire un framerate accettabile magari diminuendo un po’ i dettagli grafici.
In questo senso aiuta la risoluzione non troppo elevata del monitor. Quest’ultimo è un 15,4 pollici da 1.280×800 punti, dotato di filtro TruBrite lucido. Le immagini fornite sono nitide e abbastanza luminose. Durante l’utilizzo normale il Satellite A300 non scalda molto e risulta anche silenzioso. Quando entra in gioco la grafica 3D, durante i benchmark o un videogame, si avverte un aumento del calore prodotto, ma non risulta mai preoccupante. Volendo si può impostare la tecnologia PowerPlay in modo manuale, facendo funzionare il chip grafico a frequenza ridotta anche quando il notebook è collegato all’alimentazione. È un metodo semplice ed efficace per consumare meno corrente se non si utilizza la grafica 3D.

Questo articolo potrebbe piacerti:
L’ottava generazione arriva in tutta fretta

nb-toshiba-4.jpg
Il disco di Hitachi appartiene alla serie Travelstar 5K250 ed è risultato veloce. Ha una capacità di 250 Gbyte adeguata a tutte le necessità, la velocità dei piattelli è di 5.400 giri/minuto e il buffer interno è di 8 Mbyte. Sfrutta un canale Sata a 3 Gb/s e resiste ad accelerazioni fino a 1000 G quando è spento. Il masterizzatore Dvd è prodotto invece da Tsst (joint venture tra Toshiba e Samsung) e ha una velocità massima di 8X in scrittura su supporti Dvd+/-R e Dvd+Rw, 6X su Dvd dual layer e Dvd-Rw.
Intorno al telaio sono collocate le varie interfacce, tra cui segnaliamo quattro Usb 2.0 con funzionalità Sleep and Charge, ovvero consentono la ricarica di eventuali dispositivi collegati anche con il notebook in stand-by o in sospensione. C’è inoltre una porta Firewire e tre uscite video: Hdmi digitale, Vga analogica e S-Video. Una valida dotazione soprattutto per chi utilizza applicativi di editing video. Da segnalare ancora la porta e-Sata per collegare un disco esterno alla massima velocità, un lettore di schede di memoria 5 in 1 e lo slot Express Card.

Anche per quanto riguarda la connettività siamo rimasti soddisfatti, considerando la pregiata scheda Wi-Fi Intel 5100 compatibile anche con lo standard 802.11n Draft 2.0, l’interfaccia Bluetooth e il classico modem analogico 56k. Peccato che il chip di rete Ethernet sia solo a 100 Mbps (Fast) e non a 1.000 Mbps (Gigabit).
nb-toshiba-voto.pngVanno segnalati inoltre gli speaker audio Harman Kardon, che in effetti hanno una resa superiore rispetto alla media dei notebook in questa fascia di mercato. Al di sopra del display c’è una webcam da 1,3 Mpixel con microfono integrato.
Durante l’utilizzo normale siamo rimasti soddisfatti dalla velocità di questo notebook, che viene venduto con Vista Home Premium. Dobbiamo però segnalare l’elevata quantità di software e utility preinstallati che tendono a rallentare il sistema specie in fase di avvio e ad annoiare con continui messaggi di vario tipo.
Alcune utility sono effettivamente valide, come Toshiba Configfree per la gestione di tutte le interfacce di rete o il Recovery Disc Creator per effettuare dei backup in maniera molto semplice. Molte altre invece sono decisamente menu utili, tra cui l’onnipresente Microsoft Office 2007 in versione demo per 30 giorni installato insieme a Microsoft Works, l’antivirus McAfee anch’esso con licenza solo per 30 giorni e tutta una serie di software freeware più o meno validi. Continuiamo a ritenere che la scelta più efficace è quella di lasciar scegliere all’utente durante il primo avvio cosa installare. In questo modo di evita di appesantire il sistema con applicativi non richiesti.
La batteria da 44 watt/ora non ha brillato particolarmente per la durata, mostrando un’autonomia compresa tra le due ore e le due ore e mezza di utilizzo continuo, lasciando attiva la rete wireless. Tale risultato è comunque in linea con la media dei notebook entry level da 15,4 pollici.
La garanzia offerta direttamente dal produttore è di un anno, con servizio di pick up & return sul territorio nazionale.

Categorie
Componenti

In PC Professionale dal 1999, appassionato delle ultime tecnologie (ma anche del retrocomputing di qualsiasi tipo), viaggi in moto e non, fotografia.
Nessun commento

Rispondi

*

*

1 anno (12 mesi) a soli 37,00 €

L'informazione più attendibile, precisa e autorevole per appassionati e professionisti del Personal Computer.
PC Professionale è il mensile che si occupa delle tecnologie emergenti e dei progressi dell'informatica.
Il suo laboratorio interno, primo in Italia sia per dimensioni sia per numero di test effettuati, fornisce ogni mese prove e valutazioni di prodotti hardware e software indicandone caratteristiche, finalità e difetti.

La versione digitale è inclusa nell’abbonamento!