Cyberpunk 2077

Video della settimana: Cyberpunk 2077 e il telegiornale sulla Padania

Le clip video trasmesse nel mondo virtuale di Cyberpunk 2077 includono anche un telegiornale a tema italiano. Anzi padano, e gli sforzi delle “autorità” di contrastare il contrabbando di opere carpite da una Venezia sprofondata in mare.

Cyberpunk 2077 è un gioco di ruolo fantascientifico strapieno di bug, problemi e codice rabberciato che richiederà un bel po’ di lavoro aggiuntivo per raggiungere il suo stadio finale. Ma in 8 anni gli sviluppatori di CD Projekt RED hanno riempito di contenuti interessanti il mondo di gioco, e tra questi contenuti c’è anche qualche sorpresa che non è sfuggita agli utenti italiani.

Uno dei telegiornali trasmessi in Cyberpunk 2077, infatti, riguarda un ipotetico stato futuro della Padania e il suo impegno nel contrastare il traffico di reperti artistici di Venezia. Cinquant’anni nel futuro, la città lagunare si trova sul fondo del Mare Adriatico, ed è costantemente preda di razzie da parte dei trafficanti senza scrupoli alla ricerca di oggetti preziosi.

Come informa il “cyber-giornale”, i tentativi di contrasto al traffico illegale fanno morti da entrambe le parti (carabinieri e trafficanti), mentre gli oggetti raccolti dal fondo veneziano finiscono spesso a bordo delle stazioni orbitanti intorno alla Terra rendendo più difficile il recupero.

La clip video informa altresì che il “valore delle sculture e dei gioielli veneziani venduti sul mercato nero sarebbe equiparabile a circa un terzo del prodotto interno lordo della Padania”, fatto che rende l’azione di contrasto alle razzie sottomarine ancora più importante.

Lo stato fantastico della Padania in salsa cyber non è in ogni caso un’esclusiva di Cyberpunk 2077, né costituisce un costrutto del tutto originale. Già nel 1993, il padre del cyberpunk William Gibson ipotizzava fantasie padane nel romanzo Luce virtuale.

Nessun Articolo da visualizzare