Nel 1992 veniva firmato il trattato di Maastricht che diede il via all’Unione Europea, in Italia scoppiava il caso Tangentopoli, si tenevano i XXV Giochi Olimpici di Barcellona e veniva inviato il primo Sms della storia. È stato un anno ricco di cambiamenti, il muro di Berlino era caduto da poco e nascevano nuove idee politiche e sociali. In campo prettamente informatico, il Pc 486 con 8 Mbyte di Ram era il computer dei sogni, si sperimentava la potenza del nuovo Windows 3.1 e si giocava a Mario Kart sul Nintendo, mentre Wolfenstein 3D su Pc dava il via agli sparatutto tridimensionali.
Il 5 ottobre 1992, 25 anni fa, un evento ha cambiato per sempre l’aspetto e le funzionalità dei computer portatili. Nasceva il ThinkPad 700C di IBM, l’iniziatore dell’era moderna, con un design che è alla base di tutti i notebook attuali. Lenovo (che ha acquisito la divisione PC di IBM nel 2005) celebra questo evento con il ThinkPad Anniversary Edition 25, un notebook ultrasottile e decisamente avanzato che richiama tanti elementi estetici del progenitore del 1992.

Il ThinkPad 700C del 1992.

Il ThinkPad 700C merita di essere ricordato per tanti aspetti; pochi marchi hanno resistito al tempo così a lungo, e la fortuna della serie ThinkPad sta nell’elevata robustezza, nell’affidabilità, nella cura costruttiva e nei materiali d’avanguardia, nelle prestazioni, nell’espandibilità; doti tutte concentrate per la prima volta in una singola macchina.
Tra le caratteristiche uniche, il colore rigorosamente nero (che perdura ancora), una eccellente tastiera a 7 file che ancora oggi molti rimpiangono, l’innovativo sistema di puntamento Trackpoint integrato.
Aveva un processore IBM 486SLC a 25 MHz, uno dei primi a basso consumo. La configurazione prevedeva inoltre 4 MB di Ram, disco da 120 MB e soprattutto un display Lcd a colori da 10,4 pollici con risoluzione Vga, (640×480 punti), indispensabile per utilizzare al meglio Windows 3.1. Era un display rivoluzionario per l’epoca, che fece rimanere a bocca aperta per i colori e per la definizione. Forme e funzionalità inedite per quei tempi, che saranno riprese presto dai vari concorrenti e apriranno la strada all’era moderna dei computer portatili.
Il primo ThinkPad ha cambiato per sempre l’aspetto e le possibilità dei computer portatili, proseguendo per un percorso che sotto la guida di Lenovo è riuscito a essere ancora più incisivo.

Riproponiamo di seguito i modelli più importanti della famiglia Thinkpad (clicca sulle immagini per ingrandire):

1ThinkPad 750C (1993)

A un anno dal lancio il ThinkPad va nello spazio: il 2 dicembre 1993 gli astronauti dello shuttle Endeavour portano con sé il ThinkPad 750 nella missione di riparazione del telescopio Hubble. La Nasa ne comprò oltre 500 per i test e le missioni. Questo modello inaugura la UltraBay, il vano multifunzione che può accogliere accessori come floppy o hard drive, batterie, modem o schede Pcmcia.

Indietro

 

CONDIVIDI

In PC Professionale dal 1999, appassionato delle ultime tecnologie (ma anche del retrocomputing di qualsiasi tipo), viaggi in moto e non, fotografia.