Netflix si conferma ancora una volta leader mondiale nello streaming di serie TV e film. La piattaforma di streaming più diffuso al mondo ha da poco reso pubblici i suoi risultati finanziari relativi al primo trimestre del 2017:

  • Fatturato: cifre in aumento con 2,64 miliardi di dollari, in crescita del 35% su base annua e sostanzialmente in linea con le attese dei mercati.
  • Utili: il Q1 ha prodotto un utile complessivo di 178 milioni di dollari. I numeri superano le previsioni e le cifre del trimestre precedente (pari 67 milioni di dollari) e dello stesso periodo del 2016 (circa 28 milioni).

Si avvicina, intanto, quota 100 milioni di abbonati, prevista entro la fine di quest’anno: al 31 marzo la società  è arrivata a 98,75 milioni di utenti registrati, contro gli 81,5 milioni dello scorso anno. Il servizio, attivo già  in 190 Paesi, ha totalizzato 4,95 milioni di nuovi utenti su scala globale: 3,53 milioni di questi nei mercati fuori dagli Usa, un mercato forse ormai saturo se si pensa ai 50,85 milioni di iscritti. Ad aprile, proprio per ampliare il suo mercato, Netflix ha aggiunto rumeno ed ebraico tra le lingue nelle quali sono disponibili i suoi contenuti, portando in tutto a 24 le lingue supportate dalla piattaforma.

Ribadita, infine, la volontà  di non competere con Amazon, che si è già  aggiudicata la trasmissione delle partite della National football league: “Non pensiamo rappresentino per noi una strategia intelligente. Possiamo guadagnare di più spendendo i soldi necessari per ottenere i diritti in film e programmi tv“, ha dichiarato il CEO Reed Hastings.

 

CONDIVIDI

Laureato in lingue e da sempre patito di elettronica, cerco di combinare al meglio queste due passioni, senza mai abbandonare il sogno di diventare un traduttore professionista.