A Pula, nei dintorni di Cagliari, è stato aperto un laboratorio per la realizzazione di soluzioni tecnologiche per le smart city: questa importante iniziativa è stata resa possibile dallo sforzo congiunto di Huawei (20 milioni di euro) e Regione Sardegna (2.6 milioni di euro), e mira a promuovere la ricerca e creazione di tecnologia per rendere le città  più evolute, smart e sicure.

Attraverso l’elaborazione di un gran numero di dati e di immagini, il centro si occuperà  di studiare soluzioni a favore di una migliore mobilità  su strada, come del resto, per garantire una produzione più razionale dell’energia (nonché una distribuzione più efficietne della stessa), come del resto di applicazioni nell’ambito della videosorveglianza e della connettività  in città .

Gli esperimenti verranno effettuati proprio nella città  di Cagliari, la prima – in Italia – a poter contare sull’implementazione di queste soluzioni tecnologiche.

CONDIVIDI