Sony continua ad ampliare la già  ricca gamma di fotocamere con RX10 IV, una potente e massiccia superzoom che si contraddistingue per la sua velocità .

Infatti, la fotocamera in questione impiega solo 0.03 secondi per la messa a fuoco, meno il modello precedente RX10 III al quale ne occorrevano 0.09 secondi, e ha 315 punti che coprono il 65% dell’inquadratura. Il motore è costituito dal sensore CMOS Exmor RS da 1″ e 20,1 megapixel, che abbinato al processore di immagine, un Bionz X (lo stesso impiegato per la mirrorless a9), è in grado di scattare fino 24 fps con raffiche da 249 immagini. Per l’ottica Sony si affida alla collaudata ZEISS Vario-Sonnar T che copre una distanza focale pari a 24-600mm con apertura del diaframma f/2.4-4; presente anche il sistema Optical SteadyShot per la stabilizzazione ottica delle immagini. Inoltre su compatta fa il suo esordio la tecnologia High-Density Tracking AF, già  presente sulle migliori mirrorless Sony, capace di tracciare i soggetti in movimento.

Sul retro troviamo il display LCD da 3″ touchscreen e inclinabile, con cui è possibile selezionare anche il punto di messa a fuoco. Per gli appassionati di videomaking non può mancare poi la possibilità  di effettuare la registrazione video in formato 4K (3840à—2160 pixel) a 24 fps oppure in Full HD a 120 fps, risoluzione che permette di creare suggestivi filmati in slow motion senza compromettere la qualità  dei frame. Ad arricchire la scheda tecnica ci sono i moduli per la connettività  WiFi, Bluetooth e NFC, utili per il trasferimento e la condivisione rapida dei file, salvati internamente su schede SD.

La nuova Sony RX 10 si posiziona, ovviamente, nella fascia alta delle compatte e farà  il suo debutto il prossimo mese a un prezzo di lancio di 2.000€.

CONDIVIDI

Laureato in lingue e da sempre patito di elettronica, cerco di combinare al meglio queste due passioni, senza mai abbandonare il sogno di diventare un traduttore professionista.