View 20

Honor View 20 arriva in Italia con la fotocamera da 48 Mpixel

Tante novità per il nuovo top di gamma Honor, da un inedito sensore Sony da 48 Mpixel fino al raffreddamento a liquido per la Cpu. Costa 699 euro.

Con un mese di anticipo rispetto al Mobile World Congress, la fiera di Barcellona dedicata agli smartphone e alle telecomunicazioni, Honor ha annunciato il suo nuovo modello top di gamma. Il View 20 eredita la piattaforma hardware del Mate 20 Pro, basata sul potente processore Kirin 980 a 7 nanometri, ma introduce numerosi elementi inediti, a partire dal design fino alle fotocamere.

Niente notch, ecco il foro che nasconde una fotocamera da 25 Mpixel.

Il View 20 è dominato da un ampio schermo IPS da 6,4 pollici con risoluzione di 2.310 x 1.080 pixel. Le cornici sono ridotte al minimo e non c’è il notch; la fotocamera frontale si trova in “buco” sullo schermo, posizionato in un angolo, massimizzando l’area visibile. Il foro ha un diametro di 4,5 mm e nasconde una fotocamera con sensore da 25 Mpixel e apertura F/2.0.

Dal lato opposto c’è il telaio in vetro rifinito tramite un processo di nanolitografia che gli dona un effetto cangiante, molto colorato e che sicuramente non passa inosservato. È una colorazione diversa da quelle viste finora sugli smartphone Honor, l’effetto sembra quasi da “led Rgb”. Ci sarà anche un’edizione speciale firmata Moschino, con grafiche posteriori differenti.

Lo spessore del telefono è di 8,1 mm per 180 g di peso. Non sono valori elevatissimi se si pensa che la batteria è da ben 4.000 mAh.

Il processore Kirin 980 è uno dei più veloci in commercio, è costruito con l’innovativo processo produttivo a 7 nanometri (utilizzato anche da Apple per i processori A12). Ha due unità Npu (Neural Processing Unit) per l’accelerazione hardware delle operazioni di intelligenza artificiale. C’è un nuovo sistema di raffreddamento a liquido, che permette al processore di mantenere più a lungo frequenze elevate (quella massima è di 2,6 GHz sui due core ad altre prestazioni).

La configurazione attuale prevede 8 GB di Ram e 256 GB di storage (non espandibili). Il costo è di 699 euro.

Altra particolarità del View 20 è la fotocamera posteriore, che ha un sensore Cmos da 48 Mpixel. Oltre al numero di pixel è importante segnalare la dimensione del sensore, da mezzo pollice, e la dimensione equivalente del pixel, pari a 1,6 micrometri (in una matrice Quad Bayer). Tale sensore è prodotto da Sony e risponde alla sigla IMX586. L’obiettivo ha un’apertura F/1.8.

Sul retro una fotocamera da 48 Mpixel con sensore Sony Imx586.

In un momento in cui tutti i produttori propongono due, tre e persino quattro fotocamere posteriori, la scelta di Honor va decisamente controcorrente. Si è scelto di implementare un’unica fotocamera ma con un sensore di alta qualità. In aggiunta si trovano altri sensori per le foto 3D. Tali sensori rilevano forme e profondità della scena, consentendo non solo di creare modelli 3D degli oggetti, ma anche di rilevarne il movimento.

Questo tipo di videocamera apre la porta a una nuova generazione di giochi con riconoscimento dei movimenti del giocatore. Collegando lo smartphone a un televisore e inquadrando se stessi con la fotocamera 3D, si avrà il proprio avatar che segue i nostri movimenti (un po’ come il Kinect della Xbox, per capirci). C’è poi la modalità Magic AI, per animare un personaggio 3D sullo schermo con i propri movimenti.

Tra le particolarità, segnaliamo la tripla antenna Wi-Fi 802.11ac per offrire una ricezione ottimale a prescindere da come si impugna il telefono. C’è anche il jack audio standard, mentre la porta è una Usb type C in standard 3.1 (ma il cavo in dotazione segue lo standard 2.0). Bluetooth è in versione 5 e il Gps è a frequenza duale L1 + L5.

Honor View 20 è subito disponibile e può essere acquistato sia sullo store ufficiale www.hihonor.com/it sia su Amazon.

PCProfessionale © riproduzione riservata.