AMD Fusion: ecco i primi processori APU nome in codice Llano

AMD, dopo anni di studio e di sviluppo, raggiunge finalmente il penultimo stadio nel proprio progetto Fusion, che prevede di integrare direttamente sul die del processore anche la sezione grafica.

Il progetto, diviso in quattro fasi evolutive fondamentali, raggiunge il penultimo stadio, con la presentazione dei primi processori (APU – Accelerated Processing Unit) Llano, con un core operativo tradizionale affiancato strettamente da una sezione grafica di buon livello.

Dopo il primo passo, l’associazione a livello di chip della parte grafica, con Llano l’integrazione si fa più profonda, con i transistor dedicati alla grafica fisicamente affiancati a quelli Cpu. L’ultimo passo (2013) sarà  quello di realizzare una struttura nuova in grado di eseguire indifferentemente e ad alto livello entrambe le operazioni, spostando la potenza dove necessario.

In questa immagine si può vedere una Cpu Llano al microscopio termico, completamente funzionante o, qualora l’applicazione non la richieda, con la sezione Uvd spenta e con la grafica disattivata.

I processori Llano che AMD lancia vanno ad occupare la fascia media e bassa del mercato notebook. I processori, con grafica integrata, utilizzano il nuovo socket FM1 e il prefisso Ax ad indicarne la potenza. I processori desktop hanno modalità  Turbo e la possibilità  di utilizzare una specie di CrossFire tra la grafica integrata e una discreta, migliorando le prestazioni globali. Le versioni desktop arriveranno entro breve. Ecco i primi modelli disponibili:

Per una recensione completa vi rimandiamo al prossimo numero di PC Professionale.

Nessun Articolo da visualizzare