AMD al lavoro su un controller per memorie GDDR6

La prossima generazione di schede grafiche Radeon potrebbe sfruttare memorie HBM2, ma anche quelle GDDR6 in arrivo nel 2018.

AMD sarebbe al lavoro per sviluppare un nuovo controller per memoria GDDR6 da integrare sulle prossime generazioni di schede grafiche. In questo caso il condizionale è d’obbligo in quanto la notizia non proviene da vie ufficiali dell’azienda, ma dal profilo di Daehyun Jun (Principal Member of Technical Staff). Sebbene il profilo sia stato successivamente modificato, per alcune ore nella pagina LinkedIn di Daehyun Jun si poteva leggere “New DRAM Controller: GDDR6”, ora rimpiazzato con un generico “DRAM controller”.

Profilo LinkedIn
Il profilo LinkedIn di Daehyun Jun – prima che fosse modificato – riportava una precisa indicazione allo sviluppo di un nuovo controller di memoria per la tecnologia GDDR6. Ora dopo la modifica riporta una più generica voce “DRAM controller”.

Sebbene AMD abbia puntato molto sulla tecnologia HBM (High Bandwidth Memory) è indubbio che produrre e utilizzare memorie di questo tipo è ancora molto difficile e costoso. A sostegno di questa tesi possiamo citare il recente lancia delle schede grafiche AMD con Gpu Vega: la difficoltà di assemblare Gpu e memorie sarebbe infatti alla base della scarsa disponibilità di prodotti sul mercato, anche se l’azienda ha dichiarato più volte che la bassa disponibilità di prodotti era da imputare a una richiesta superiore a quella pianificata per la produzione.

Grafico GDDR
Questo grafico mostra come cresceranno le prestazioni della memoria GDDR6 rispetto a quelle dell’attuale tecnologia GDDR5.

Se anche la verità fosse nel mezzo, lo sviluppo di un controller per sfruttare i chip di memoria GDDR6 permetterebbe di ottenere grandi vantaggi rispetto alla precedente generazione GDDR5. La banda di trasferimento dati massima teorica che caratterizza le GDDR6 è infatti doppia rispetto a quella offerta dalle memorie GDDR5, mentre le tensioni di alimentazione sarebbero inferiori. Al momento della loro futura introduzione, le GDDR6 offriranno velocità a partire da quelle massime che oggi è possibile ottenere sfruttando le memorie GDDR5X, ovvero tra 14 e 16 Gbps.

Samsung è l’azienda che opera in prima linea nello sviluppo dei chip di memoria GDDR6, ma insieme ad essa troviamo anche SK Hynix e Micron che dovrebbero debuttare, nel corso della prima metà del 2018, con chip di propria produzione.

Nessun Articolo da visualizzare