Satya Nadella, Ceo di Microsoft, per la prima volta in Italia

Solo due giorni dopo la prima volta in Italia di Tim Cook all’inaugurazione dell’anno accademico della Bocconi il 10 novembre, ecco la prima volta anche di Satya Nadella, Ceo di Microsoft, arrivato nel nostro Paese in occasione del Future Decoded 2015, l’evento Microsoft dedicato all’innovazione e aperto a sviluppatori, professionisti IT, studenti, manager e imprenditori italiani.  Nadella ha raccontato la strategia e le ambizioni chiave di Microsoft per una realtà  storica del mondo ICT che si presenta ora radicalmente mutata. Microsoft vuole aiutare le persone e le aziende a realizzare con efficacia i propri progetti in un mondo dominato da Mobility e Cloud Computing, puntando a inaugurare una nuova produttività , a sviluppare una piattaforma cloud intelligente e a creare un connubio di hardware e software in linea con le esigenze delle persone.

In questa prospettiva si colloca l’impegno di Microsoft Italia per supportare i giovani e le startup, dove sostenere l’imprenditorialità  delle nuove generazioni è imprescindibile per rilanciare la competitività  del Paese, che mostra un tasso di disoccupazione giovanile superiore al 40% e un quantitativo di startup, oltre a una disponibilità  di venture capital, decisamente inferiore rispetto agli altri Paesi Europei. Tutto ciò si concretizza nel progetto GrowITUp, un nuovo programma triennale di accelerazione d’impresa che offrirà  servizi di incubazione, mentoring, supporto e apporto di capitale e che vede come partner strategici Fondazione Cariplo e Invitalia.

Nadella ha sottolineato anche gli ambiti nei quali la “nuova” Microsoft da lui guidata si sta focalizzando, proprio per fornire risposte alla domanda di prodotti per la mobilità  e il cloud computing. Ricordiamo che dopo l’arrivo del novo Ceo molte cose sono cambiate, grazie a una diversa strategia. La focalizzazione sul cloud ha fatto si che oggi Azure, grazie anche a una serie di acquisizioni, sia la più importante alternativa alla proposta infrastrutturale di Amazon. Per rispondere alla domanda di mobilità  Microsoft non solo ha acquisito Nokia ma ha sviluppato i suoi prodotti software i modo omogeneo per tutte le piattaforme (non solo Windows Phone ma anche iOs e Android). E per la prima volta una nuova versione del proprio sistema operativo è stato offerto gratuitamente con upgrade a tutti gli utenti. È chiaro che non sono tutte rose e fiori. Un esempio per tutti: Windows 10 pur essendo un ottimo prodotto soffre di problemi di gioventù e molti utenti non hanno ancora potuto installarlo per la mancanza di driver adatti al proprio hardware (come le schede wifi Realtek o alcune scheda grafiche basate su Gpu AMD).

IMG_2134Però la strada è tracciata e gli sforzi fatti dalla multinazionale di Redmond sono importanti e ben focalizzati. E molto interessante è proprio l’intenzione di puntare sui giovani con la nuova iniziativa GrowITup. Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, ha detto: “Collaborando con partner istituzionali come Fondazione Cariplo e Invitalia e con grandi aziende che sul territorio sono in grado di ispirare l’eccellenza, intendiamo mettere in moto un meccanismo di partnership pubblico-privata in grado di fungere da catalizzatore per la digitalizzazione del Paese. GrowITUp intende porsi come opportunità  su più fronti: per le startup è l’occasione per crescere, per le aziende rappresenta l’opportunità  per assorbire il pensiero disruptive dei nostri giovani innovatori, per le istituzioni è un modo per gestire con efficacia i fondi pubblici“.

Nessun Articolo da visualizzare