Android Action Blocks

Android è più accessibile con Action Blocks

Google ha annunciato la nuova app Action Blocks che permette di eseguire azioni con l'aiuto dell'assistente vocale e altre novità per persone con disabilità.

In occasione del Global Accessibility Awareness Day, Google ha annunciato diverse novità per Android che semplificano l’esecuzione di determinate operazioni alle persone con disabilità. L’app Action Blocks consente di creare azioni che possono essere interpretate da Google Assistant. L’azienda di Mountain View ha inoltre aggiornato le app Live Transcribe e Sound Amplifier. Google Maps mostra invece i luoghi accessibili con la sedia a rotelle.

Action Blocks

Lo smartphone viene utilizzato ogni giorno per diversi compiti. Queste attività richiedono diversi passi, ad esempio cercare l’app per le videochiamate, aprirla e digitare il nome del contatto. Si tratta di operazioni apparentemente semplici, ma difficili da ricordare per le persone con disabilità cognitive. Action Blocks, disponibile sul Google Play Store per dispositivi con almeno Android 5.0, consente di eseguire questi compiti con un singolo tap.

È possibile creare un blocco per ogni azione che può essere eseguita da Google Assistant, come effettuare una chiamata, inviare un messaggio e controllare la riproduzione dei video. È sufficiente assegnare un nome al blocco, scegliere un’immagine e scrivere l’azione da eseguire (ci sono già alcune azioni predefinite). Dopo aver testato il comando vocale si può salvare il blocco che verrà mostrato sulla schermata home.

Live Transcribe: trascrizione in tempo reale

Live Transcribe (Trascrizione istantanea in italiano), preinstallata sui Google Pixel e disponibile sul Play Store per i dispositivi con almeno Android 5.0, effettua la trascrizione in tempo reale delle conversazioni, quindi è molto utile per le persone con disabilità uditiva. Google ha aggiornato l’app con nuove funzionalità suggerite dagli utenti.

Con la nuova versione è possibile attivare la vibrazione dello smartphone, quando qualcuno pronuncia il nome dell’utente, aggiungere termini personalizzati per luoghi e oggetti che non si trovano sul dizionario e cercare facilmente le conversazioni salvate (per tre giorni) sul dispositivo.

Sound Amplifier: amplificatore audio

Sound Amplifier (semplicemente Amplificatore in italiano), disponibile sul Google Play Store per dispositivi con almeno Android 6.0, supporta ora gli auricolari Bluetooth (in precedenza solo quelli con cavo). L’app amplifica i suoni del mondo reale e riduce i rumori di sottofondo.

Google Maps: luoghi accessibili

L’ultima novità riguarda Google Maps (al momento solo in Australia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti). La funzionalità Accessible Places permette di conoscere i luoghi accessibili con la sedia a rotelle, passeggini e deambulatori. Nella descrizione viene indicata la presenza di ingressi, posti a sedere, servizi igienici e parcheggi. La funzionalità è disponibile su Android e iOS.

PCProfessionale © riproduzione riservata.